News

Anche nel 2019 lettere e pacchi consegnati puntualmente

Se le lettere e i pacchi giungono puntualmente ai destinatari è merito dell’interazione di vari fattori. E tale complesso meccanismo ha funzionato alla perfezione anche nel 2019, come lo dimostrano gli ottimi risultati della misurazione dei tempi di percorrenza.

Inari Kirchhofer

Sezione Rich Content

Una fattorina consegna un grosso pacco a un cliente.

L’efficienza logistica della Posta è possibile solo con un’interazione perfetta tra il personale e le macchine, i veicoli e i sistemi. Ciò ha funzionato alla perfezione anche nel 2019 come lo dimostrano i risultati della misurazione dei tempi di percorrenza.

Valori eccellenti per le lettere

Nel 2019, il 98,0% delle lettere di Posta A e il 99,3% delle lettere di Posta B sono giunte a destinazione puntualmente. PostMail ha così ancora una volta superato di gran lunga l’obiettivo del 97,0% definito per legge. Confrontati con l’anno prima, i valori sono aumentati rispettivamente dello 0,6% (Posta A) e dello 0,4% (Posta B). Questi valori record sono innanzitutto il risultato di un insieme di fattori quali l’adeguamento dei processi nella preparazione degli invii (bollatura, separazione per formato e Posta A/B), collegamenti ferroviari ben funzionanti tra i centri lettere e buone condizioni stradali. Anche il Recapito ha contribuito sensibilmente a questo ottimo risultato.

Volume di pacchi record

Per quanto riguarda i pacchi, il 95,3% degli invii PostPac Priority e il 95,9% dei PostPac Economy sono stati recapitati puntualmente. I valori sono in calo rispetto all’anno precedente nella misura rispettivamente dell’1,9% (PostPac Priority) e dell’1,8% (PostPac Economy). Nel 2019 la Posta ha trattato 148 milioni di pacchi, un valore record che evidenzia un aumento del 7,3%, ossia 10 milioni di pacchi in più rispetto all’anno precedente. Ciò ha rappresentato una sfida anche per un’infrastruttura abituata alle sollecitazioni come quella della Posta.

Riduzione del carico di lavoro grazie ai nuovi centri pacchi regionali

Per poter gestire il crescente volume di pacchi in maniera affidabile anche in futuro, la Posta investe 190 milioni di franchi in nuovi impianti di spartizione e centri pacchi. Già in ottobre 2019 è stato inaugurato il nuovo centro pacchi regionale a Cadenazzo (TI). Nel corso di quest’anno verranno messi in servizio altri tre centri pacchi regionali di cui uno a Ostermundigen (BE) in questo mese, uno a Vétroz (VS) nel mese di maggio e uno a Untervaz (GR) in ottobre. In questo modo vengono create le basi per assicurare anche in futuro il successo dell’interazione tra le parti coinvolte nella logistica.

Il centro pacchi regionale a Cadenazzo.
Il primo centro pacchi regionale è in funzione da ottobre 2019 a Cadenazzo. (Copyright: TiPress)

scritto da

Inari Kirchhofer