Il nostro impegno

L’impegno politico come secondo lavoro

In occasione della «Giornata internazionale della democrazia», tenutasi il 15 settembre, la Posta ha puntato i riflettori sul proprio impegno a favore della milizia politica. Erich Schudel è uno di quei collaboratori della Posta impegnati a livello politico.

Sandra Gonseth

Sezione Rich Content

Il palazzo federale a Berna

Erich Schudel (37) ha un piede in molte scarpe: a Sciaffusa lavora come consigliere cantonale dell’UDC e a Beggingen, il comune dove abita, è a capo del club di giovani tiratori, fa parte dei vigili del fuoco, è iscritto all’associazione di ginnastica ed è membro del partito locale e del club di motocross. «Spesso perdo pure io il conto di tutte le mie attività», racconta sorridendo. Come fa a conciliare tutto questo con il suo lavoro a tempo pieno alla Posta presso l’assistenza di direzione del Contact Center a Sciaffusa?

Uomo che ride su sfondo bianco
Erich Schudel (Copyright: pgc)

«Questo impegnativo programma è una sfida e riesco a gestirlo solo perché non ho ancora una famiglia». Il suo impegno politico nel Consiglio cantonale di Sciaffusa è l’attività che gli richiede più tempo ed energie, ma è anche una grande fonte di motivazione che lo spinge a dare il massimo. «Posso fare qualcosa di concreto per incentivare economicamente la nostra regione rurale, ma anche per promuovere la coesione tra città e campagna».

Fa parte del Parlamento cantonale dal 2016, anno in cui fu eletto inaspettatamente. Da allora si impegna con zelo e passione. «Prendo il tutto molto seriamente». Ciò significa che legge tutti i dossier, soprattutto nel weekend. Durante la settimana si svolgono le sedute di una mezza giornata del Consiglio. Per esercitare la sua carica politica, Erich Schudel riceve dalla Posta fino a 15 giorni all’anno. Generalmente non li utilizza tutti. Alla Posta vi è una lunga tradizione di collaboratrici e collaboratori impegnati politicamente. «La Posta è un datore di lavoro molto generoso. È una cosa che apprezzo molto. Le due attività lavorative si completano a vicenda e mi motivano ogni giorno».

Desiderate partecipare?

Il 15 settembre la Posta ha celebrato la «Giornata internazionale della democrazia»Target not accessible con un forum digitale dedicato alla milizia politica. L’evento era incentrato sull’impegno politico delle collaboratrici e dei collaboratori della Posta. Esperti esterni hanno condiviso le loro esperienze e risposto alle domande.

scritto da

Sandra Gonseth

Redattrice