Detto fatto!

In escursione con il cane: consigli pratici per escursionisti e amici a quattro zampe

Ogni escursione comincia da una preparazione adeguata, a maggior ragione se si è in compagnia di un amico a quattro zampe. Perché possa essere una passeggiata in tutti i sensi, abbiamo raccolto per te alcuni accorgimenti pratici da seguire.

Sandra Gurtner

Sezione Rich Content

Come trovare l’itinerario giusto da percorrere con il cane

In linea di massima si può portare in escursione qualsiasi cane adulto sano. Tuttavia, nella scelta del percorso è importante tenere conto delle condizioni dell’animale e capire quanto è lungo il tragitto, qual è il grado di difficoltà e se ci sono zone d’ombra, dove poter fare una sosta e rifornimento d’acqua. La regola generale è che i percorsi adatti ai bambini vanno bene anche per i cani. In Svizzera questi sentieri «facili» sono contrassegnati in giallo. 

Inoltre, in collaborazione con Sentieri Svizzeri, dal 2017 pubblichiamo una carta escursionistica con itinerari interessanti che può essere ordinata gratuitamente.

Anche per le escursioni con il cane è bene preparare lo zaino in modo intelligente, portando solo lo stretto necessario.

Cosa portare con sé per un’escursione con il cane

Per un’escursione in compagnia del migliore amico dell’uomo, occorre portare il meno possibile, senza però dimenticare l’essenziale. Ecco cosa non può mancare:

  • zaino adeguato (non riporre gli oggetti pesanti sul fondo, bensì verticalmente sul lato più vicino alla schiena)
  • acqua per tutti, compreso l’amico a quattro zampe
  • provviste per tutti, cane compreso
  • asciugamano su cui sedersi nelle pause e per asciugarsi
  • pettorina della taglia giusta (senza collare, per evitare ad es. il rischio di strangolamento)
  • guinzaglio adatto (ad es. lunghina o guinzaglio avvolgibile)
  • sacchetti igienici per cani e contenitori ermetici (in assenza di cestini dei rifiuti)
  • kit di primo soccorso
  • numeri di emergenza
  • carta escursionistica
  • protezione solare

Per il bene del cane e del padrone: cosa non può mancare nel kit di primo soccorso

Durante le escursioni basta poco perché il cane riporti ferite alle zampe o escoriazioni, per questo è importante avere dietro un kit di primo soccorso che comprenda:

  • disinfettante (privo di alcol)
  • unguento per ferite
  • garze o fasce elastiche per la medicazione
  • scarpe per cani, calze o altre protezioni per le zampe (affinché il cane possa proseguire)
  • compresse fredde (ad es. per punture o colpi di calore)
  • pinza per zecche
Spesso lungo i sentieri scarseggiano i cestini dei rifiuti. Pertanto, consigliamo di riporre i sacchetti igienici usati per il cane in un contenitore a chiusura ermetica.

Mai del tutto soli: regole di convivenza con gli altri escursionisti e animali 

Durante le escursioni capita di incontrare altri escursionisti, ma anche mucche, animali selvatici o cani da protezione delle greggi. Per non avere problemi con gli altri animali, è importante rimanere sempre sui sentieri segnalati e riflettere bene prima di lasciare il cane libero di scorrazzare. Tieni presente che in alcune regioni vige l’obbligo di guinzaglio. Inoltre, è opportuno informarsi in anticipo su quando comincia la stagione di caccia. In ultimo, ma non per importanza: non abbandonare mai i rifiuti nella natura, ma portali con te. Questo vale anche per le deiezioni canine.

scritto da

Sandra Gurtner

Specialista Digital Content