Area contenuti principali

Vai alla panoramica

Voi commentate, i nostri esperti SmartCity rispondono

Di Sandra Gurtner | 18.04.2018

In Svizzera tre persone su quattro vivono in città. Perciò i fornitori di servizi progettano insieme soluzioni che preparino le città al futuro in termini di mobilità, approvvigionamento energetico, digitalizzazione. Anche la Posta fa parte della rete. Al convegno «SmartSuisse» abbiamo chiesto ad esperti di rispondere ai vostri commenti su SmartCity.

L’automazione elimina posti di lavoro

Perché bisogna automatizzare sempre tutto? E cosa succede con i preziosi posti di lavoro?

L’automazione presenta anche opportunità di mantenimento dell’occupazione: molti dei nostri nuovi servizi sono una risposta al calo dei volumi di lettere e al cambiamento delle esigenze dei clienti e mirano a contribuire a lungo termine al mantenimento dei nostri posti di lavoro. Per questo dobbiamo investire fin da oggi nel futuro. Gli sportelli automatici MyPost24, i droni, gli autopostali senza conducente, i robot di consegna ecc. ci aiutano a promuovere il nostro core business e a semplificare la vita dei nostri clienti tramite servizi supplementari.

Claudia Pletscher, responsabile Sviluppo e innovazione

Non interessa a nessuno... Provate a rispondere ai bisogni della gente lasciando aperti gli uffici postali... Create solo disoccupati con i vostri droni e le altre diavolerie...

Oggi più che mai i nostri clienti si aspettano sempre maggiori servizi da parte nostra. Non vogliono più soltanto recarsi in filiale negli orari di apertura fissi, ma avere accesso ai nostri prodotti e servizi ovunque e in qualsiasi momento. Noi ci adattiamo a tali esigenze e non smantelliamo la rete, bensì la potenziamo tramite nuovi e ulteriori punti di accesso come le filiali in partenariato o gli sportelli automatici My Post 24. Investiamo nei servizi online come «I miei invii», affinché i nostri clienti possano usufruire della massima flessibilità nella gestione dei pacchi e delle lettere raccomandate. Anche con lo «SmartShuttle» non vogliamo sostituire le linee di autobus, ma offrire al viaggiatore una prestazione complementare sull’«ultimo miglio». Le navette senza conducente sono perciò da noi intese come integrazione alla rete esistente in grado di creare nuovi posti di lavoro. Cent’anni fa le case plurifamiliari non possedevano ancora un ascensore; oggi è divenuto uno standard e attorno a questa tecnologia è nata nuova occupazione. Sono convinto che anche con le nostre navette sarà la stessa cosa. La digitalizzazione è un processo inarrestabile e i requisiti e i contenuti del lavoro sono destinati a subire notevoli cambiamenti. Per questo è importante che la Svizzera affronti queste sfide per tempo. Personalmente ritengo che sarebbe un peccato se questo cambiamento fosse solo circoscritto alla Silicon Valley e noi, come società, non vi prendessimo parte.

Jürg Michel, responsabile di progetto senior presso AutoPostale

Inutili giocattoli

La Posta vanta il primo utilizzo commerciale di droni al mondo. Siamo infatti all’avanguardia nella progettazione di droni per la logistica e godiamo di un ottimo posizionamento nel trasporto tramite droni di invii speciali, in particolare nel settore sanitario. Lungi dall’essere una semplice trovata, questo servizio riscuote già interesse da parte di clienti paganti e registra una notevole richiesta da altre città. In questo modo creiamo valore aggiunto per ospedali e pazienti.

Daniel Gerber, Head of Innovation

Categorie