Area contenuti principali

Vai alla panoramica

Sei attività da praticare in pausa pranzo per restare in forma

Di Natascha Wolf | 15.09.2017 | 0 Commenti

Trascorri tutto il giorno in ufficio o comunque fai troppa poca attività fisica? Non hai né tempo né voglia di fare sport la sera? Allora ti mostriamo sei attività che puoi praticare comodamente durante la pausa pranzo. Oltre a ricavarne benessere mentale e fisico, otterrai un aspetto tonico e queste sessioni di allenamento ti daranno maggiore slancio per affrontare il lavoro nella seconda parte della giornata. Perché non provare? I nostri collaboratori ne sono entusiasti e ti spiegano perché queste attività sportive sono ideali per la pausa pranzo.

Functional training

La cosa fantastica del functional training è che puoi allenare tutto il tuo corpo in un’unica sessione di attività fisica. Solitamente non sono nemmeno necessari molti attrezzi, per il freeletics, ad esempio, è sufficiente una barra per trazioni. Puoi quindi fare attività fisica quando e dove vuoi. Normalmente una sessione di allenamento dura circa 45 minuti, un tempo ragionevole per la pausa pranzo. Inoltre, in molte sedi si formano gruppi per praticare sport insieme. Informati in internet sulle offerte nella tua regione oppure forma tu stesso un gruppo.

Claude, un fan del freeletics, ci descrive questa pratica sportiva: «Trascorrere del tempo all’aria aperta è un ottimo diversivo dopo le tante ore davanti al computer. Oltre ai vantaggi per la salute e la mente, la sensazione di benessere e rilassamento che si ha dopo un notevole sforzo fisico giova anche alla successiva attività in ufficio, con effetti positivi a livello di energia, umore ed efficienza».

Stefan ha formato un proprio gruppo e una volta la settimana tiene un allenamento di potenziamento funzionale. Nei nostri allenamenti «xFit@Post» si svolgono esercizi di potenziamento funzionale utilizzando il peso del proprio corpo. Ogni settimana facciamo un allenamento diverso, variando sia gli esercizi sia l’intensità, così non ci annoiamo mai. Ci alleniamo all’aperto con qualsiasi condizione atmosferica, sia con la neve sia con il sole. Siccome l’allenamento è aperto a tutti, incontriamo anche colleghe e colleghi che non conosceremmo in ufficio. Tutti possono partecipare, indipendentemente dal livello di preparazione, basta provare. Insomma, si tratta di un allenamento perfetto da svolgere durante la pausa pranzo, che permette di staccare la spina, restare in forma e conoscere nuove persone.

Esercizi di potenziamento

Se vuoi allenarti con qualsiasi condizione atmosferica, anche da solo, e ti piace usare gli attrezzi, allora gli esercizi di potenziamento sono l’ideale per te. Prima di iniziare, verrà creato un programma di allenamento su misura per te. Inoltre, il trainer ti aiuterà a eseguire gli esercizi correttamente, per evitare di incorrere in problemi fisici. Oltre all’attrezzatura, molte palestre offrono anche corsi fitness di gruppo come spinning, yoga, pilates ecc. ai quali puoi partecipare, per variare tipo di allenamento e magari scoprire la pratica sportiva che ti piace di più. Molti centri hanno anche una piccola area wellness con sala relax e sauna, dove puoi concederti una pausa dopo il duro allenamento. Per la doccia e il cambio non ci sono problemi, perché tutte le palestre sono dotate di spogliatoi.

Squash

Lo squash è un allenamento efficace che coniuga agonismo e sforzo fisico. Questo sport richiede resistenza, velocità e potenza, ma anche capacità di coordinamento quali equilibrio, mira, orientamento e prontezza di reazione, caratteristiche preziose anche per il lavoro in ufficio.

Marco, membro di un gruppo interno di squash, afferma: «Una lezione di squash dura (per fortuna) solo 45 minuti. L’intensità è estremamente alta perché la palla ha una traiettoria breve. Un’intensa partita di squash di 45 minuti può mettere a dura prova anche un professionista, quindi per noi l’effetto è ancora maggiore!».

Per praticare questo sport è necessaria una pausa pranzo di 1,5/2 ore, compreso il tragitto e il pasto, costituito solitamente da un panino o un’insalata. Al momento siamo otto giocatori. Il gruppo è stato creato ai tempi di ExpressPost. Il nostro abbonamento annuale comprende due lezioni consecutive nella pausa pranzo di giovedì, in ognuna delle quali giocano da due a cinque giocatori.

(da s. a d.) Aschi Schluep PM5, Marco Steiner F_PM, Frédo Balet PM4, Lorenz Rüedi PL6, Peter Forrer PL6. Assenti: Dani Hügi Presto, Res Rentsch PM5, Gian-Marco Caggia FFS

Jogging

Alla Posta ci sono molto amanti del jogging. Come mai? Perché per praticare questo sport non serve molto materiale. È sufficiente indossare tuta e scarpe da ginnastica e... via! È possibile praticarlo da soli, in due o anche in gruppo. In questo tipo di sport tutto è possibile. Solitamente è facile trovare un percorso, che può variare a seconda della località e del livello di allenamento. Il jogging permette di stare all’aria aperta, libera la mente e può essere praticato in ogni momento. È sufficiente correre una mezz’ora durante la pausa pranzo.

Ecco cosa ne pensa Nicole: «Oltre all’allenamento fisico, mi permette anche di staccare la spina per un’ora e di fare il pieno di nuova energia. Quando coro da sola, mi godo la natura circostante, lasciando libero sfogo ai miei pensieri… oppure provo a vedere cosa succede se aumento leggermente l’intensità   Se invece siamo in due, sfruttiamo questo tempo per fare due chiacchiere su questioni private o di lavoro: ci raccontiamo cosa abbiamo fatto nel fine settimana o in vacanza, parliamo della quotidianità o di nuovi progetti. Altrimenti quando si ha tempo durante il resto della giornata per chiacchierare con un collega? Inoltre, facendo jogging ho riscontrato più volte che, anche se sono stressata alla partenza, all’arrivo mi sento completamente rilassata, perché dopo aver trascorso un’ora in un contesto diverso, si vedono le cose in modo differente. Da sola o in due, per me una corsetta nella pausa pranzo è l’ideale per spezzare una giornata di lavoro stressante e ricominciare nel pomeriggio con il pieno di energia. Soprattutto nei periodi più frenetici non ci rinuncio assolutamente!».

Nuoto / aqua fitness

Sicuramente l’estate è il periodo più adatto per nuotare, ma è possibile farlo anche nelle altre stagioni, se c’è una piscina nelle vicinanze. La pausa pranzo è l’ideale per gli amanti del nuoto, perché di solito la piscina non è molto affollata e si ha più spazio per sé. Inoltre, il nuoto e l’aqua fitness non sollecitano le articolazioni e i primi risultati si vedono dopo breve tempo.

Yoga / pilates

A chi desidera qualcosa di più tranquillo e vuole rilassarsi durante la pausa pranzo, consigliamo lo yoga o anche il pilates. Si tratta di attività che non fanno sudare, ma consentono di sviluppare forza, potenza muscolare e concentrazione su di sé e sul proprio corpo. Ci si allontana dai pensieri quotidiani rilassandosi in modo mirato e raccogliendo l’energia per il pomeriggio. Lo yoga e il pilates possono essere praticati ovunque, è sufficiente avere un stuoino e un abbigliamento comodo. Inoltre puoi adeguare tutti gli esercizi al tuo livello, programmando anche un tempo di meditazione/rilassamento più lungo. Io stesso pratico yoga e pilates e dopo ogni allenamento mi sento rinato. Ogni muscolo del corpo lavora, allontanando le tensioni e ogni altra sensazione negativa assorbita in ufficio.

Speriamo di averti fornito idee utili per la tua pausa pranzo e lo stimolo giusto per attuarle! Prova! Sarai entusiasta dei risultati!

Categorie

0 Commenti