Area contenuti principali

Droni

Un progetto che diventa realtà

La Posta è in prima linea nello sviluppo e nell’impiego di droni per la logistica. In diverse regioni della Svizzera trasportiamo in collaborazione con vari partner invii speciali al servizio della salute.

Insieme al produttore Matternet e ai partner del settore sanitario, la Posta impiega droni per il trasporto di campioni di laboratorio, attività che fino a oggi avveniva su strada. L’impiego di droni mira a rendere i trasporti più flessibili, ecologici e indipendenti dalla situazione del traffico. Una corsa in automobile di 45 minuti viene infatti sostituita da un volo di qualche minuto evitando ingorghi. Ciò comporta un valore aggiunto concreto per i nostri clienti e, di conseguenza, anche per i pazienti. Perché, in particolare nel settore sanitario, gli invii sono spesso urgenti e la rapidità può essere un elemento decisivo.

Partendo dal suo core business, il trasporto di beni, informazioni e persone, la Posta integra i suoi settori di attività con nuove soluzioni digitali.

La Posta è pioniera in Svizzera in tema di droni autonomi e commerciali. I droni possono avere molteplici impieghi nella logistica, soprattutto sull’ultimo miglio: nel trasporto di invii particolarmente urgenti come campioni di laboratorio o per garantire i rifornimenti a insediamenti rimasti isolati a causa del maltempo.

Considerato un volume di pacchi annuo di 130 milioni, l’utilizzo capillare di droni non avrebbe senso. Pertanto essi andranno a integrare opportunamente il tradizionale recapito dei pacchi, senza tuttavia sostituirlo.

La Posta ha lanciato il progetto dei droni con il label early: il marchio identifica le innovazioni che l’azienda testa e sviluppa con i propri clienti.

In viaggio al servizio della salute. Scoprite dove i piccoli droni bianchi sono impiegati finora.

Ospedale universitario di Zurigo e Università di Zurigo

Su incarico dell’Ospedale universitario di Zurigo (USZ) e dell’Università di Zurigo (UZH), dal dicembre 2018 la Posta trasporterà campioni di laboratorio utilizzando i droni. Il drone percorrerà la tratta nella metà del tempo necessario a un corriere su strada, in modo più ecologico e del tutto indipendente dalla situazione del traffico.

Il percorso, della lunghezza di due chilometri e mezzo, si snoderà da una terrazza sul tetto dell’ala nord dell’USZ fino alla sede UZH di Irchel, ubicata in Winterthurerstrasse 190, sorvolando per quanto possibile le aree boschive. I voli, tra cinque e dieci al giorno, saranno svolti durante la settimana nella fascia oraria tra le 7.30 e le 16.45. Il progetto durerà presumibilmente un anno. In questo periodo l’USZ, l’UZH, la Posta e il produttore Matternet raccoglieranno esperienze in merito all’utilizzo di droni autonomi nel lungo periodo.

Rotta aerea (PDF, 578 KB) (versione tedesca)

Laboratorio centrale di Zurigo

La Posta Svizzera ha trasportato campioni per conto del laboratorio centrale di Zurigo sorvolando il lago di Zurigo già nel giugno 2018. Dopo aver analizzato accuratamente i risultati del test, il laboratorio ha deciso di affidarsi ai droni anche in futuro. Per coprire il percorso il drone impiega circa sette minuti ed è quindi circa cinque volte più rapido per arrivare a destinazione che un mezzo su strada.

Rotta aerea (PDF, 547.4 KB) (versione tedesca)

EOC, Lugano

Una prima assoluta a livello nazionale: il primo ospedale in Svizzera in cui è stato testato un collegamento tra due sedi per mezzo di droni. Dal lancio del progetto sono stati effettuati oltre 2000 voli tra l’Ospedale Italiano e l’Ospedale Civico dell’ente ospedaliero EOC. Oggi a Lugano il drone viene impiegato quotidianamente.

Insel Gruppe, Berna

A giugno la Posta trasporterà per due settimane campioni di laboratorio su incarico dell’Insel Gruppe tra l’ospedale di Tiefenau e il laboratorio centrale dell’ospedale universitario di Berna.

Successivamente, l’Insel Gruppe e la Posta valuteranno i voli effettuati a Berna e in base ai risultati si deciderà se in futuro i droni saranno effettivamente impiegati per il trasporto di campioni di laboratorio.