Area contenuti principali

Robot di consegna nella logistica

Recapito dei pacchi sull’ultimo miglio

Nel 2016 la Posta è stata tra le prime aziende in Europa a testare l’idoneità dei robot di consegna per il recapito di merci sull’ultimo miglio. Dopo i risultati positivi della fase sperimentale, la Posta ha in programma di impiegare in futuro questa tecnologia per il trasporto di invii speciali.

Con il mutare delle esigenze dei clienti cambiano anche i requisiti posti alla logistica. Gli sviluppi tecnologici offrono tuttavia sempre nuove possibilità. La Posta vuole assumere un ruolo di leader nell’impiego di tecnologie all’avanguardia e raccogliere rapidamente esperienze dirette. Oltre ai droni la Posta punta sui robot di consegna a integrazione della sua attuale logistica.

I robot di consegna sono adatti a invii che devono essere trasportati in modo flessibile, rapido e conveniente in un contesto locale. Questa logistica ad hoc sull’ultimo miglio non viene attualmente coperta dal personale della Posta, motivo per cui i robot di consegna potrebbero rappresentare un intelligente ampliamento della catena logistica.

In futuro i robot di consegna potranno essere utilizzati laddove risulti economicamente conveniente e tecnicamente possibile e andranno a integrare il recapito, affiancando i fattorini ma senza sostituirli.

L’etichetta early della Posta

L’etichetta early identifica quelle innovazioni che la Posta testa e sviluppa con i propri clienti. Nuovi prodotti e servizi vengono contrassegnati in questo modo e lanciati sul mercato già in una fase preliminare, per ottenere feedback e input per l’ulteriore sviluppo. Ulteriori informazioni sono disponibili alla pagina www.posta.ch/early

Filmato: La Posta testa i robot di consegna