Area contenuti principali

Vai alla panoramica

Robot di consegna della Posta in servizio per Jelmoli

Comunicazione da 29.08.2017

Dopo il successo delle corse di prova dello scorso autunno, quest’anno la Posta ha deciso di impiegare nuovamente i robot di consegna per il recapito sull’ultimo miglio. Lo spunto per una nuova serie di test è giunto dalla collaborazione con Jelmoli: durante le prossime settimane, i clienti del Premium Department Store potranno farsi recapitare gratuitamente i prodotti acquistati su jelmoli.ch dai robot di consegna all’interno del centro cittadino di Zurigo. Se l’anno scorso il progetto verteva sugli aspetti tecnici e sociali, ora è necessario testare l’integrazione della tecnologia nelle catene logistiche esistenti.

Per la prima volta è possibile vedere robot di consegna in centro a Zurigo: nel quadro di un progetto pilota, i clienti di Jelmoli possono richiedere la consegna dei prodotti ordinati online tramite un robot in un luogo a scelta. A tal fine, possono scegliere questa opzione di consegna durante il check-out su jelmoli.ch e indicare un luogo di consegna desiderato all’interno di un’area predefinita del centro storico, oltre alla fascia oraria preferita per il recapito. In questo modo, ad esempio, è possibile farsi consegnare il picnic sulla panchina di fronte al lago, le scarpe da ginnastica in hotel o la nuova camicia direttamente in ufficio. Poco prima dell’arrivo del robot, il cliente riceve un link per SMS che gli consente di aprire lo scomparto di trasporto. Per tutta la durata del progetto pilota, Jelmoli offre gratuitamente ai propri clienti l’opzione di consegna tramite robot.

Tecnologia collaudata

Durante i test vengono nuovamente impiegati i collaudati robot di consegna del produttore Starship Technologies. Nel 2016 questi hanno effettuato circa 200 giri di recapito, percorrendo 1000 chilometri. Tutti i dati raccolti sono confluiti nello sviluppo e nell’ottimizzazione dei robot. Per poter raccogliere il maggior numero di esperienze possibili anche nell’ambito degli impieghi riportati di seguito, i robot semoventi saranno accompagnati e monitorati da specialisti appositamente istruiti.

Dalle consegne di generi alimentari a quelle di medicamenti

Nel corso dei prossimi mesi, la Posta verificherà l’impiego dei robot di consegna per ulteriori attività logistiche, dalla consegna di generi alimentari alla spedizione di prodotti farmaceutici fino al recapito il giorno stesso di invii speciali. In tale ottica, la Posta collabora con aziende dei più diversi settori presso varie sedi in Svizzera. I robot di consegna sono ideali per invii che devono essere trasportati in modo flessibile, rapido e conveniente in un contesto locale. Questa logistica ad hoc sull’ultimo miglio non viene coperta dal personale della Posta, motivo per cui i robot di consegna potrebbero rappresentare un intelligente ampliamento delle catene logistiche esistenti. Oltre ai robot di consegna, la Posta sta sperimentando anche altri sistemi autonomi quali droni per la logistica o navette intelligenti.

I robot di consegna rappresentano un ulteriore progetto della Posta che viene lanciato con l’etichetta early, il marchio che identifica quelle innovazioni che la Posta testa e sviluppa con i propri clienti. L’etichetta early contraddistingue prodotti o servizi che si trovano in fase di sviluppo o di test. Il cliente può così accedere alle più recenti innovazioni della Posta e ha la possibilità di partecipare attivamente alle novità fornendo i suoi riscontri. Maggiori informazioni sono disponibili alla pagina www.posta.ch/early.

Informazioni:
Jacqueline Bühlmann, portavoce della Posta, 058 341 37 80, presse@posta.ch
Marc Huber, responsabile Marketing & E-Commerce Jelmoli, 079 910 46 60, marc.huber@jelmoli.ch