Area contenuti principali

Vai alla panoramica

Risultati del sondaggio consultabili prima della pubblicazione

Comunicazione del 06.04.2018

A seguito di un sondaggio coordinato dalla Posta e relativo alla soddisfazione dei clienti in 198 ospedali per cure acute, i risultati sono stati resi accessibili su una piattaforma online protetta da password per un breve lasso di tempo prima della pubblicazione. Invece di poter consultare soltanto i propri risultati, gli ospedali hanno avuto accesso anche a quelli degli altri. Nel lasso di tempo in questione sono stati consultati da cinque ospedali, ma non sono stati scaricati dati. I dati sensibili di persone o pazienti non sono stati coinvolti. La Posta ha immediatamente risolto il problema e adottato tutte le misure necessarie per impedire che si ripeta in futuro.

Su incarico dell’Associazione nazionale per lo sviluppo della qualità in ospedali e cliniche (ANQ), la Posta coordina un sondaggio nazionale relativo alla soddisfazione dei pazienti negli ospedali svizzeri per le cure acute. Nel sondaggio sono state poste sei domande del tipo «Come valuta l’organizzazione delle sue dimissioni dall’ospedale?» o «Ha avuto la possibilità di porre domande?». Gli ospedali partecipanti hanno avuto la possibilità di consultare i propri risultati di questo sondaggio condotto tra i pazienti in forma anonima su una piattaforma online protetta prima della pubblicazione ufficiale. In seguito i risultati di questo sondaggio vengono pubblicati dall’ANQ – insieme a una relazione comparativa nazionale – in maniera trasparente per ciascun ospedale.

Il 26 marzo 2018, a seguito di una modifica tecnica della piattaforma online, si è verificato un errore nell’assegnazione dei diritti d’accesso. Di conseguenza, dalle 8.00 di lunedì 26 marzo alle 11.00 di martedì 27 marzo, gli ospedali partecipanti al sondaggio non hanno potuto visualizzare soltanto i feedback anonimi dei propri pazienti, ma anche quelli degli altri ospedali. In questo lasso di tempo non sono stati comunque scaricati dati.

Il sondaggio e i risultati non hanno a che fare in alcun modo con cartelle informatizzate dei pazienti e non contenevano dati personali degli stessi. Non è stato mai possibile accedere ai dati dei pazienti, la cui sicurezza è stata garantita in ogni momento. Questi dati, infatti, si trovano su un altro sistema e sono del tutto separati dal sondaggio sulla soddisfazione dei pazienti.

Si è trattato di un errore di manipolazione e non del sistema. La Posta ha tempestivamente corretto i diritti d’accesso e adottato misure per evitare che tale errore si ripeta in futuro. La Posta attribuisce massima priorità alla sicurezza dei dati confidenziali e ha informato tutti i partner coinvolti scusandosi per l’errore commesso.

Per informazioni:
François Furer, portavoce, 058 341 19 47 o presse@posta.ch