Comunicati stampa

Arrivano i terminali per le carte di debito

La Posta introdurrà da subito gradualmente nuovi terminali di pagamento negli uffici postali, andando così incontro ai propri clienti che da anni chiedevano di poter pagare i prodotti postali allo sportello anche con carte di debito di altre banche. Gli oltre 1400 uffici postali verranno dotati dei nuovi apparecchi entro la fine di novembre 2016. La soluzione mobile payment TWINT è già installata in circa 3000 casse di sportelli della Posta.

Entro la fine di novembre 2016, la Posta offrirà negli oltre 1400 uffici postali la possibilità di pagare prestazioni postali (lettere e pacchi) e prodotti di terzi (ad es. accessori per cellulari o assicurazioni viaggi) anche con le carte Maestro e «V PAY». L’adeguamento dei circa 5000 terminali di pagamento comporta costi molto elevati e richiederà un po’ di tempo. La nuova soluzione è stata elaborata dalla Posta con il coinvolgimento dell’UFCOM, è attuabile sia dal punto di vista tecnico che economico e soddisfa le condizioni quadro legali e regolatorie in vigore.

Sostituzione graduale dei vecchi apparecchi

Per accettare le nuove carte di debito, i terminali di pagamento oggi in uso devono essere aggiornati dal punto di vista tecnico oppure sostituiti. L’introduzione capillare dei nuovi apparecchi e del nuovo servizio agli sportelli postali avverrà gradualmente per rendere il passaggio più economico e sostenibile possibile.

Contemporaneamente alla carta Maestro è prevista l’introduzione della carta di debito Visa «V PAY» come mezzo di pagamento di prestazioni postali e prodotti di terzi negli sportelli postali classici. Nel mobile payment, la Posta si sta attualmente concentrando su TWINT, la soluzione dell’omonima società affiliata di PostFinance. Da aprile 2016, in quasi 3000 casse di sportello è possibile pagare con TWINT.

Versamenti in contanti o con la carta PF

Al contrario degli abituali acquisti postali, il traffico dei pagamenti è soggetto a regolamenti speciali. Per questo motivo, in caso di operazioni nel traffico dei pagamenti, negli uffici postali classici continueranno a essere accettati la PostFinance Card e i contanti, ma non le carte di credito o di debito.

Presso le agenzie postali il traffico dei pagamenti con la carta Maestro è possibile, poiché lì i versamenti in contanti non sono consentiti per motivi di sicurezza. Entro la fine di novembre 2016 nelle agenzie postali si potrà impiegare anche la carta «V PAY».