Comunicati stampa

La Posta recapita ai suoi clienti lettere e pacchi con estrema affidabilità e puntualità

Nel 2018 la Posta ha recapitato lettere e pacchi con estrema affidabilità e puntualità, superando ancora una volta quanto prescritto dalla legislazione sulle poste. Il 97,4% delle lettere della Posta A e il 98,9% di quelle della Posta B sono giunte puntualmente a destinazione. Per quanto riguarda i pacchi, è stato recapitato entro i termini il 97,2% degli invii PostPac Priority e il 97,7% degli invii PostPac Economy.

Il recapito puntuale e affidabile di lettere e pacchi è posto di fronte a crescenti sfide dovute a ingorghi stradali, all’aumento degli acquisti online e al desiderio dei clienti di ricevere gli ordini effettuati in internet il più rapidamente possibile. Ciononostante la Posta è riuscita ancora una volta a superare i requisiti posti dalla legislazione sulle poste per lettere e pacchi. Per quanto concerne i pacchi, nel 2018 la Posta ha perfino superato i valori qualitativi già elevati dell’anno precedente. Infatti, nonostante un incremento del volume di pacchi di oltre il 6%, per una quota pari 138 milioni di invii, la Posta ha recapitato puntualmente il 97,2% degli invii PostPac Priority (+1,2%) e il 97,7% degli invii PostPac Economy (+0,2%).

La Posta vuole rispondere tempestivamente alle crescenti sfide legate all’aumento dei volumi di pacchi, ecco perché entro il 2020 costruirà tre nuovi centri pacchi regionali a Cadenazzo (TI), Vétroz (VS) e Untervaz (GR), per continuare a garantire un recapito affidabile e puntuale. I tre nuovi centri permetteranno di decongestionare quelli attuali di Daillens (VD), Härkingen (SO) e Frauenfeld (TG). I pacchi saranno infatti smistati e anche recapitati nelle rispettive regioni senza dover passare per i centri pacchi attuali. In futuro, i pacchi impostati e recapitati ad esempio in Ticino saranno spartiti a Cadenazzo e non dovranno più raggiungere il centro pacchi Härkingen per lo smistamento. In questo modo si ridurranno itinerari, tempi e volumi di trasporto, limitando così, nel complesso, l’impatto sul clima.

Alzare ulteriormente l’asticella delle nostre prestazioni

Anche per quanto concerne le lettere, nel 2018 la Posta ha raggiunto livelli di puntualità molto elevati superando quanto prescritto dalla legislazione sulle poste. Pur senza riconfermare i valori dell’anno precedente, con il 97,4% per le lettere della Posta A e il 98,9% per quelle della Posta B, ancora una volta la Posta ha fornito ai suoi clienti prestazioni di recapito estremamente affidabili. Ma la Posta pretende di più da se stessa e considera questi risultati uno stimolo per tornare nel 2019 agli alti livelli di qualità del 2016 e 2017.

Sebbene la Posta utilizzi spesso la ferrovia per il trasporto di quasi 1,9 miliardi di lettere indirizzate, gli ingorghi stradali si ripercuotono anche sulla puntualità degli invii postali. Il fatto che nel 2018 non siano stati riconfermati gli elevati valori di recapito dell’anno precedente e che per le lettere della Posta A e B ci sia stata una leggera flessione, rispettivamente dello 0,2% e dello 0,1%, è riconducibile in parte anche al peggioramento delle condizioni del traffico tra i centri lettere e i centri logistici.

Misurazione scientifica indipendente

L’elevata qualità e puntualità nel recapito di lettere e pacchi è merito dell’ottimo lavoro dei collaboratori e delle collaboratrici della Posta, il cui impegno è particolarmente intenso nel periodo prenatalizio tra novembre e dicembre. Queste prestazioni si rispecchiano nelle misurazioni scientifiche dei tempi di percorrenza.

Per le misurazioni delle lettere nazionali vengono spediti ogni anno circa 90’000 invii test, mentre i tempi di consegna dei pacchi vengono misurati in base a una procedura a campione scientifica, che comprende circa 2400 invii test. Per ottenere dati attendibili, i rilevamenti sono effettuati, su incarico della Posta, dall’istituto indipendente per le indagini di mercato GfK Switzerland AG sulla base delle norme europee, e sono inoltre monitorati dall’azienda indipendente Consult AG. L’autorità di vigilanza PostCom verifica e convalida i risultati annuali.

Informazioni:
Nathalie Dérobert, portavoce, 058 341 21 96, presse@posta.ch