Strategia di Corporate Responsibility
Un successo duraturo

Come può la Posta contribuire alla soluzione di pressanti problemi ecologici e sociali? Anche la nostra strategia di Corporate Responsibility fornisce delle risposte.

La sostenibilità ha molte sfaccettature, soprattutto per un’azienda come la Posta che opera in mercati così diversi tra di loro. Altrettanto variegato è il nostro impegno per un ambiente e una società in cui è bello vivere: per la tutela del clima aumentiamo la quota di energie rinnovabili e miglioriamo la nostra efficienza energetica. Presso i nostri fornitori ci impegniamo a favore di condizioni di lavoro eque e misure ecologiche. Sosteniamo progetti sociali e culturali a beneficio delle persone nel nostro paese.

Strategia e temi

Nella nostra strategia di Corporate Responsibility definiamo i nostri obiettivi futuri e quello che facciamo nel presente per raggiungerli. Individuiamo i temi più importanti nell’ambito dello scambio regolare con esperti ed esperte e tramite sondaggi rivolti ai gruppi di interesse. Dopodiché sviluppiamo obiettivi e orientamenti strategici. Decidiamo le misure da adottare e le attuiamo.

Per la tutela del clima vogliamo migliorare ulteriormente la nostra efficienza in termini di CO2. Per farlo investiamo in tecnologie ad alta efficienza energetica per veicoli, edifici, impianti e apparecchiature e impieghiamo energie rinnovabili. Promuoviamo e sviluppiamo soluzioni logistiche e di mobilità ecocompatibili. Tramite l’«invio «pro clima» compensiamo le emissioni di CO2 e supportiamo progetti di tutela del clima.

Il nostro obiettivo climatico

L’obiettivo della Posta sul clima è in linea con l’impegno volto a contenere il riscaldamento globale nettamente al di sotto di 2 °C di qui al 2100. A tale proposito, per ogni singolo invio, ogni passeggero trasportato, ogni transazione e ogni metro quadrato riscaldato dei nostri edifici, vogliamo ridurre le emissioni di CO2 del 25% entro il 2020 (anno di riferimento 2010). Nel lungo termine puntiamo a offrire il più possibile servizi a emissioni zero in tutti e quattro i mercati in cui operiamo.

Ciò che attuiamo già oggi

Energie rinnovabili
  • Acquistiamo l’intera corrente elettrica che consumiamo esclusivamente in Svizzera da energie rinnovabili certificate «naturemade basic». Almeno il 10% è energia ecologica certificata «naturemade star» prodotta da piccole centrali idroelettriche, impianti a biomassa, impianti fotovoltaici o turbine eoliche.
  • Sui tetti dei nostri centri lettere e pacchi gestiamo alcuni dei maggiori impianti fotovoltaici della Svizzera.

Sistemi di propulsione alternativi

  • Ogni anno la Posta trasporta milioni di lettere, pacchi e passeggeri da A a B. Quasi la metà di tutti i veicoli postali viaggia con sistemi di propulsione alternativi: per esempio con energia ecologica o biodiesel.
  • I circa 6000 scooter postali a tre ruote impiegati nel recapito utilizzano energia ecologica prodotta in Svizzera.
  • Sul fronte dei furgoni, la Posta sta ampliando la percentuale di veicoli elettrici.
  • Nel quadro di un progetto pilota testiamo il riutilizzo di batterie dismesse degli scooter.
  • Autobus elettrici e ibridi di AutoPostale percorrono le strade della Svizzera.

Logistica dei trasporti

  • Su rotaia dove possibile, su strada dove necessario: questo è il principio che ci guida per il trasporto di lettere e pacchi.
  • Ottimizziamo i percorsi e lo sfruttamento dei nostri veicoli. Per grossi carichi impieghiamo semirimorchi a due piani che possono caricare fino al 50% in più. In questo modo riduciamo il numero delle corse.
  • I nostri conducenti sono stati formati nella tecnica di guida a risparmio energetico «Eco-Drive».

Edifici e impianti tecnici

  • Di norma per le nuove costruzioni e la sostituzione degli impianti per la produzione di calore la Posta rinuncia all’utilizzo di combustibili fossili. Riscaldiamo con pompe di calore, utilizziamo almeno il 10% di biogas negli edifici riscaldati con gas e sfruttiamo il calore residuo che si genera nei centri di calcolo. Portiamo avanti con rapidità la sostituzione dei vecchi impianti di riscaldamento a gasolio.
  • Per i nuovi edifici e per le ristrutturazioni adottiamo lo standard edilizio globale sostenibile «Sistema DGNB Svizzera».
  • Miglioriamo costantemente gli impianti tecnici dei nostri edifici tramite programmi di ottimizzazione energetica.
  • Per l’acquisto di hardware IT come server, notebook o monitor puntiamo su tecnologie a basso consumo, riducendo così il fabbisogno energetico e di raffreddamento dei nostri edifici.

Offerte ecologiche

  • Imballaggi riutilizzabili: impiegando i Dispobox, riutilizzabili potete effettuare gli invii riducendo a zero i rifiuti di imballaggio.
  • La Posta informa in anticipo sui pacchi e sulle lettere raccomandate in arrivo. Gestite i vostri invii decidendo quando, dove e come riceverli. Evitando inutili tentativi di recapito e tragitti di presa in consegna, evitiamo anche le relative emissioni di CO2.
  • Con la soluzione di spedizione ThermoCare trasportiamo medicinali a temperatura controllata passivamente insieme a tutti gli altri pacchi. In tal modo possiamo rinunciare a furgoni refrigerati e a corse speciali.
Invio «pro clima»

Le attività di spartizione e trasporto di lettere, pacchi e merci generano emissioni di CO2. Con l’invio postale «pro clima» potete compensare queste emissioni con un supplemento di pochi centesimi. Investiamo i contributi in progetti di qualità per la tutela del clima in Svizzera e all’estero.

La Posta stessa effettua la spedizione di tutti i propri invii, come pure delle lettere per la Svizzera e degli invii PromoPost dei clienti, a impatto climatico zero e si fa carico dei supplementi «pro clima».

Mobilità sostenibile per i collaboratori

  • I collaboratori della Posta beneficiano di agevolazioni nel trasporto pubblico e hanno accesso al servizio di car sharing Mobility e a veicoli con sistemi di propulsione alternativi.
  • La Posta mette loro a disposizione gratuitamente oltre 2500 biciclette e e-bike in tutte le reti PubliBike, presso oltre 500 stazioni PubliBike. Possono inoltre acquistare a prezzo agevolato tricicli da carico elettrici di «carvelo2go».
  • Presso le sedi maggiori sono disponibili stazioni di ricarica per veicoli elettrici.

Prima di effettuare un ordine o conferire un incarico valutiamo attentamente: presso i fornitori promuoviamo condizioni di lavoro socialmente accettabili e misure ecologiche, tenendo in considerazione fattori quali costi del ciclo di vita, impatto climatico zero ed economia circolare.

Equo, sostenibile e rispettoso dell’ambiente

Chi cuce gli indumenti dei collaboratori della Posta e in quali condizioni di lavoro? Come possiamo risparmiare energia e ridurre le emissioni di CO2 con il rinnovo del nostro parco stampanti? Per acquisti sostenibili sul piano ecologico e sociale, integriamo sistematicamente criteri di sostenibilità nelle nostre gare d’appalto. Pretendiamo dai fornitori trasparenza e prestiamo attenzione a un ciclo di vita dei prodotti interamente sostenibile, al termine del quale è prevista una nuova destinazione di utilizzo.

Come garantiamo trasparenza lungo la catena di distribuzione

  • Tutti i fornitori devono sottoscrivere il Codice sociale ed etico della Posta.
  • Sottoponiamo tutti i fornitori strategici a una valutazione supplementare del rischio.
  • Siamo membri della Fair Wear Foundation e pertanto rispettiamo severi standard sociali per la produzione dei nostri capi di abbigliamento. Applichiamo le cognizioni acquisite anche ad altre categorie merceologiche.
  • Per quanto possibile acquistiamo prodotti adatti a un tipo di economia circolare (ad es. mobili).

La divisa postale si trasforma in una borsa, le vecchie batterie degli scooter elettrici fungono da accumulatori di energia, un agricoltore delle zone montane calza scarpe postali: ecco alcuni esempi delle nostre soluzioni nell’ottica dell’economia circolare.

Utilizzo efficiente delle risorse

Riparare, riutilizzare, riciclare: grazie a buone idee è possibile prolungare la vita utile di molti materiali, dispositivi o strumenti di lavoro. I modelli operativi nell’ambito dell’economia circolare mirano a completare i cicli dei prodotti evitando così ogni spreco di risorse. In questo contesto sono necessarie anche soluzioni logistiche intelligenti, per cui la Posta amplia le proprie competenze e sostiene i propri clienti commerciali.

Ecco da dove iniziamo

  • Nell’ambito di un progetto pilota, impieghiamo come accumulatori di energia negli edifici dotati di impianti fotovoltaici le batterie esauste degli scooter elettrici.
  • I nostri addetti al recapito ritirano a domicilio le capsule di caffè Nespresso usate e le trasportano a un centro di riciclaggio. Nel quadro delle ordinazioni coop@home, il servizio di ritiro comprende anche bottiglie PET, borse della spesa usate e scatole vuote.
  • Chi mette a disposizione qualcosa (ad es. un trapano) attraverso la piattaforma sharely, può spedirla semplicemente con la Posta.
  • Sviluppiamo soluzioni di economia circolare per i clienti commerciali.

Vogliamo impegnarci a beneficio delle persone nel nostro paese. Per questo avviamo partnership con organizzazioni sociali e sosteniamo progetti culturali. I nostri collaboratori svolgono regolarmente attività di volontariato.

Ampio impegno culturale e sociale

La Posta ha una lunga tradizione di impegno in campo sociale. Promuoviamo progetti e istituzioni di pubblica utilità con prestazioni in natura, ma anche con risorse finanziarie o umane: i nostri collaboratori si occupano anche della manutenzione di sentieri o dello smistamento di regali di Natale donati per la Croce Rossa.

Francobolli speciali e fondo filatelico

Con l’emissione di francobolli speciali con sovrapprezzo, la Posta sostiene direttamente rinomate organizzazioni come Pro Patria e Pro Juventute, contribuendo alla raccolta di fondi e alla divulgazione dei loro messaggi. Una parte degli introiti confluisce inoltre nel fondo filatelico, con cui la Posta supporta svariati progetti culturali e sociali, spesso incentrati sulle attività giovanili. Anche importi modesti possono avere un grande effetto. Per esempio, grazie al supporto della Posta, l’associazione Swiss Music Archives (SMA) può preservare e rendere accessibile al pubblico il patrimonio della cultura pop. Allo stesso modo la Posta sostiene anche programmi di scambio linguistico o circhi per bambini.

Se vi occupate di un progetto a carattere sociale o culturale di portata sovraregionale e con attinenza alla sostenibilità, compilate una richiesta di sovvenzione al fondo filatelico.

Le azioni concrete della Posta

  • Nell’ambito della campagna «2 x Natale» destinata a persone bisognose in Svizzera e all’estero, la Posta trasporta gratuitamente pacchi contenenti donazioni nel centro logistico della CRS, dove vengono spartiti da collaboratori della Posta e volontari.
  • Come partner principale dell’associazione Sentieri Svizzeri, la Posta incoraggia i propri collaboratori a svolgere attività di volontariato, contribuendo alla manutenzione dei sentieri svizzeri.
  • La Posta sostiene i giovani artisti svizzeri, ad esempio allestendo e curando la propria collezione d’arte.

L’organico della Posta è composto da quasi 60’000 collaboratori di oltre 140 nazioni, impegnati in oltre 100 professioni. La diversità dei nostri collaboratori contribuisce in maniera determinante al nostro successo. Per questo offriamo loro moderni modelli di tempo di lavoro, una promozione della salute esemplare e numerose possibilità di sviluppare le proprie competenze.

Rafforzare le competenze

La Posta punta alla creazione di un mondo del lavoro agile e variegato. Promuoviamo non soltanto la produttività, ma anche la salute fisica e psichica dei nostri collaboratori in tutte le fasi della vita, soprattutto con l’avanzare dell’età. Per farlo prendiamo costantemente in esame nuove possibilità e nuovi modelli di lavoro. Rafforziamo i nostri collaboratori e promuoviamo la loro impiegabilità sul mercato del lavoro, anche in vista della digitalizzazione.

Ecco cosa offre la Posta come datore di lavoro

  • Gestiamo un progetto pilota «Modelli (di tempo) di lavoro» per il mantenimento dell’efficienza dei collaboratori dell’esercizio a partire dai 55 anni di età.
  • Nel quadro dell’iniziativa Work Smart rendiamo possibili modelli di lavoro moderni e flessibili.
  • La Consulenza sociale della Posta offre supporto ai collaboratori in difficoltà, per esempio in caso di problemi di natura finanziaria.
  • La Posta cura la gestione della diversità, tenendo conto di generazioni, culture, nazionalità e stili di vita diversi, nonché di persone con restrizioni mediche.

Nello svolgimento del loro lavoro quotidiano, i nostri collaboratori hanno l’obbligo di rispettare leggi, standard e regole di comportamento interne.

Una gestione aziendale scrupolosa

Con la compliance la Posta aiuta i propri collaboratori a osservare le leggi e le disposizioni interne nello svolgimento della loro attività lavorativa. In quanto parte integrante di una gestione aziendale scrupolosa, la compliance, oltre a valori attendibili e una chiara dichiarazione d’impegno in questo ambito, include un sistema di gestione interno orientato ai rischi concreti. Una buona compliance fa senz’altro parte della responsabilità imprenditoriale nei confronti della società.

Proteggiamo in modo adeguato e responsabile i dati affidati alla Posta, i nostri sistemi di informazione e le nostre prestazioni. Garantiamo che i prodotti della Posta siano conformi alle aspettative della nostra clientela sotto il profilo della disponibilità, dell’integrità, della riservatezza e della verificabilità.

Protezione dell’integrità e della riservatezza

Per raggiungere i nostri obiettivi in termini di sicurezza dei dati, combiniamo misure costruttive, tecniche e organizzative. Ci orientiamo a disposizioni legali e regolatorie, nonché agli standard internazionali per la sicurezza delle informazioni. Informatica Posta e prodotti selezionati dispongono tra l’altro della certificazione ISO/IEC 27001.

Teniamo sotto osservazione la situazione di pericolo contingente e le tendenze dello sviluppo tecnologico. Lavoriamo costantemente per individuare ed eliminare possibili punti deboli in sistemi e processi, affinché i nostri clienti e i nostri collaboratori possano fare pieno affidamento sulla Posta.

Che fare se un membro del team commette una frode? O se si sospettano reati economici? Per casi come questi abbiamo istituito PostCourage, un ufficio di comunicazione che garantisce ai whistleblower anonimato assoluto.