In quanto società anonima di diritto speciale, la Posta è interamente di proprietà della Confederazione dalla quale riceve un mandato di prestazioni per l’erogazione del servizio postale universale. Per questo motivo, oltre alle norme di legge generali, la Posta deve soddisfare anche diverse disposizioni specifiche, settoriali e di diritto delle organizzazioni. Tali disposizioni costituiscono le condizioni quadro per l’organizzazione, la strategia e il comportamento della Posta.

La legislazione postale, che comprende la Legge sulle poste e la Legge sull’organizzazione della Posta, costituisce il quadro giuridico per il settore postale. La Legge sulle poste definisce le condizioni quadro per la concorrenza sul mercato postale e il servizio universale nel settore delle poste e del traffico dei pagamenti. La relativa ordinanza disciplina la configurazione concreta del servizio universale e il monitoraggio sulla sua erogazione. La Legge sull’organizzazione della Posta è una legge speciale che rappresenta la base giuridica per l’organizzazione dell’azienda.


Posizione ufficiale

Modifica dell’Ordinanza sulle poste

Le modifiche all’Ordinanza sulle poste gettano le basi per un servizio universale moderno. Nonostante gli evidenti inasprimenti, la Posta condivide le nuove disposizioni.

Altri progetti nella legislazione sulle poste

Il Consiglio federale è tenuto a verificare periodicamente l’efficacia della legislazione sulle poste e a chiarire se sussiste necessità d’intervento legislativo. In un rapporto redatto a tal proposito nel gennaio 2017, il Consiglio federale ha stabilito la necessità di adeguamento in materia di sorveglianza sul servizio universale nel traffico dei pagamenti, di rafforzamento della tutela dei consumatori, nonché in merito alla facilitazione dell’assistenza amministrativa tra le autorità incaricate dell’esecuzione della Legge sulle poste. In questo contesto, il 10 ottobre, il Consiglio federale ha incaricato il DATEC di elaborare un avamprogetto e, con esso, di avviare una revisione parziale della Legge sulle poste.

Il 5 settembre 2018 il Consiglio federale ha preso posizione sullo sviluppo di PostFinance. A PostFinance dovrà essere consentito di proporre anche ipoteche e crediti. Il Consiglio federale si è inoltre espresso a favore di un’apertura dell’azionariato. Ha quindi incaricato il DATEC di elaborare un avamprogetto in merito alla modifica della Legge sull’organizzazione della Posta.

In un secondo momento il Consiglio federale prevede che saranno apportate altre modifiche all’Ordinanza sulle poste. Si tratterà, da una parte, della definizione dei limiti massimi dei prezzi (price-cap), dall’altra, della realizzazione di iniziative volte a garantire il recapito a domicilio per insediamenti abitati tutto l’anno.