Alla ricerca della soluzione adatta per ogni richiesta

Estefania è operatrice per la comunicazione con la clientela al primo anno di apprendistato. Com’è che una professione per lei completamente sconosciuta all’inizio è divenuta ormai una «vocazione» e cosa la rende orgogliosa.

Estefania
Blog

«Quando ho sentito per la prima volta il concetto "operatrice per la comunicazione con la clientela", non ero in grado di associare molto a tale professione. Dopo aver svolto una breve ricerca, sono venuta a conoscenza delle attività che essa comprende e ciò ha destato il mio interesse. I collaboratori lavorano in un Contact Center dove si occupano dei problemi e delle richieste dei clienti, telefonicamente o per iscritto. Di primo acchito questo non sembra particolarmente entusiasmante. Tuttavia, visto che aiutare le persone mi rende felice, ho presentato la mia candidatura alla Posta per svolgere un tirocinio orientativo. Volevo farmi un’idea generale della Posta e dell’attività legata alla comunicazione con la clientela, per costituirmi una solida base al fine di prendere una decisione per il ciclo di formazione.

Piacevole sensazione di nervosismo il primo giorno di lavoro

Quando è giunto il momento del mio primo giorno di lavoro, ho provato una piacevole sensazione di nervosismo, perché ero molto curiosa di sapere che cosa mi aspettasse. Quando mi è stato mostrato il Contact Center, sono rimasta positivamente sorpresa. Me lo ero immaginato diversamente, molto meno spettacolare di quanto sia nella realtà. Mi immaginavo che ci fossero molte più persone assemblate in un unico posto e in ambienti scuri.

Quando ho parlato al telefono con il primo cliente, ho provato un forte entusiasmo, ma anche un senso di rispetto per il compito da svolgere. Fortunatamente è andato tutto bene e sono riuscita a fornirgli da sola l’aiuto richiesto. Grazie al cielo si è svolto tutto per il meglio anche in seguito e, alla fine della giornata, ero felice – e anche un po’ orgogliosa – di essere riuscita ad aiutare tanti clienti grazie alle mie risposte. 

Le attività della mia quotidianità lavorativa sono molto diversificate per quanto riguarda i contenuti. Telefonicamente e per e-mail rispondo sempre a richieste nuove e diverse da parte dei nostri clienti. Ciò rende il mio lavoro molto variato e interessante e inoltre posso apprendere ogni giorno qualcosa di nuovo. Quando riesco a risolvere il problema di un cliente e a fornirgli aiuto mi sento orgogliosa e felice. 

Ampliare le conoscenze: le mie sfide

La più grande sfida consiste nell’ampliare le nozioni e le conoscenze sui nostri prodotti e servizi, per poter rispondere alle richieste dei clienti con competenza. Dopo un po’ di tempo, però, si trova per così dire il proprio ritmo e si conoscono già molte risposte. E quando capita di non avere subito una risposta pronta, per fortuna nel Contact Center sono tutti molto gentili e forniscono supporto in caso di richieste difficili. Non bisogna quindi avere paura di non essere in grado di aiutare un cliente immediatamente. La maggior parte dei clienti mostra comprensione e si dimostra molto contenta quando li si richiama e si propone loro una soluzione adatta. 

Entusiasmo e varietà

Al momento mi trovo al primo anno di apprendistato, nel secondo semestre, e non mi pento affatto di aver deciso di iniziare nel Contact Center. È un lavoro molto entusiasmante e anche diversificato che mi diverte molto. Le esigenze, le richieste e i problemi dei clienti cambiano e si rinnovano del continuo e pertanto non si rischia mai di annoiarsi. Se quindi state pensando di iniziare un apprendistato come operatore/operatrice per la comunicazione con la clientela, non esitate a candidarvi! Sicuramente quest’esperienza piacerà anche a voi.»

Maggiori informazioni?

composto da

Estefania

Apprendisti