Area contenuti principali

Tentativi di frode attuali

Malware & Phishing

E-mail falsi

Attualmente ignoti stanno continuando a inviare e-mail con mittente:

  • info@post.ch / info@poste.ch / info@posta.ch / info@swisspost.ch,
  • die-post@pakete-inland.info,
  • noreply@post.ch,
  • info@tntswisspost.com, service@post.ch,
  • swiss@post.ch-privatkunden-ch.info,
  • info@post-schweiz.cf.
  • support@post.ch,
  • loginp@post.email.ch,
  • «La Posta <ksjdjksd@speedyclubdeprovence.com>» o persino solo «La Posta»
  • Posta CH SA - info@activetreeservices.com.au

Tuttavia, gli indirizzi di questi mittenti sono stati falsificati e non provengono dai sistemi della Posta. Con questi indirizzi e-mail si cerca piuttosto di ottenere la fiducia dei destinatari.

Ecco come riconoscere gli attuali messaggi falsi:

Recapito di pacchi fasullo
Nell’e-mail contenente errori ortografici si fa riferimento a un presunto recapito di pacchi con indirizzo di recapito postale verosimile (via e n.). Sebbene la Posta appaia come mittente del messaggio, l’indirizzo e-mail non è uno di quelli utilizzati ufficialmente dall’azienda.

E-mail fraudolente con richiami ad aggiornare informazioni personali (password, carta di credito ecc.)
Questi messaggi dall’aspetto a volte estremamente verosimile richiedono ai clienti di aggiornare i propri dati personali quali password o le informazioni della carta di credito. L’e-mail contiene sempre un link che rimanda a un sito web non appartenente al portale della Posta. È possibile riconoscerlo perché il link collegato non termina con post.ch, poste.ch, posta.ch o swisspost.ch risp. swisspost.com.

E-mail fasulle con «messaggi non letti»
Queste e-mail vogliono suggerire che al cliente che ci sono per lui dei messaggi della Posta  non letti. L’azienda tutta via non invia mai comunicazioni simili. L’e-mail contiene sempre un link che rimanda a un sito web non appartenente al portale della Posta. È possibile riconoscerlo perché il link collegato non termina con post.ch, poste.ch, posta.ch o swisspost.ch risp. swisspost.com.

E-mail fasulle con riferimento a «tentativi di recapito infruttuosi»
Capita sempre più spesso di ricevere e-mail con riferimento a presunti tentativi di recapito infruttuosi. In questi casi è assolutamente indispensabile verificare che l’indirizzo e-mail del mittente sia realmente un indirizzo della Posta. Per effettuare un nuovo tentativo di recapito la Posta non richiede mai la disponibilità di ricezione né codici a barre speciali.

E-mail fasulle con un codice SMS
Nell’e-mail si lascia intendere al cliente che in una filiale c’è un pacco pronto per il ritiro e lo si invita, tra l’altro, a inviare una conferma tramite SMS al numero 41414 e successivamente un’e-mail a service-code@post.ch.

Messagi falsi con un numero 0901-...
L’e-mail invita a chiamare un numero con prefisso 0901, che non è riconducibile alla Posta. Il mittente stesso dell’e-mail così come il suo indirizzo e i contenuti del messaggio non hanno a che fare con la Posta.

Mittente «Swiss Post mg@...»
Alcune e-mail aventi come oggetto «Track consignments» e come mittente il summenzionato indirizzo e-mail contengono un link a un presunto «Shipping Label». Dietro le e-mail e/o i link si nascondono server infetti che contaminano il PC con malware per poter accedere ai dati su esso presenti.

Mittente «die-post@pakete-inland.info»
In questi casi i truffatori, a fronte di false inserzioni di vendita su piattaforme svizzere di inserzioni, richiedono il pagamento anticipato della merce richiesta con buoni scansionati. A volte le e-mail contengono informazioni autentiche ed è possibile che al destinatario sia richiesto di inviare i suoi dati di pagamento personali. Si ricorda che la Posta non richiede mai ai suoi clienti di fornire i propri dati di pagamento personali. Inoltre, nell’e-mail stessa si nota un mix di organizzazioni di recapito diverse.

Importo della fattura nell’oggetto
Altre e-mail fanno riferimento a una fattura e/o a un pagamento in sospeso, il cui importo è generalmente riportato direttamente anche nell’oggetto (ad es. posta.ch, fattura 666 CHF). Inoltre, le e-mail presentano un allegato pericoloso (un file docx) contenente un malware. Non aprite in nessun caso l’allegato e cancellate subito l’e-mail.

La falsificazione degli indirizzi dei mittenti di e-mail viene spesso utilizzata nel tentativo di diffondere il malware. In una prospettiva di breve termine la Posta non può purtroppo intraprendere alcuna azione per impedire la spedizione di tali e-mail, se non mettere in guardia i destinatari. Invitiamo quindi gli eventuali destinatari di queste e-mail a cancellare il messaggio e a non aprire in nessun caso l’allegato. Nel caso in cui l’allegato fosse stato aperto, si consiglia di eseguire una scansione approfondita del sistema con un software antivirus aggiornato per individuare eventuali minacce.