Post E-Health
Sanità sicura, in rete

Anchor Navigation

Informazioni per i pazienti

La cartella informatizzata del paziente

Con l’introduzione della cartella informatizzata del paziente (CIP), tutti gli operatori sanitari svizzeri sono collegati in rete. In tale contesto la Posta assume un ruolo importante, proponendosi come partner competente anche per i pazienti.

Media image full width

Come funziona la cartella informatizzata del paziente (CIP)

Gli operatori della CIP sono unioni organizzative tra i professionisti della salute e le loro strutture, le cosiddette comunità di riferimento.
La CIP viene introdotta progressivamente: dapprima viene certificata una determinata comunità di riferimento. Successivamente, i pazienti residenti nella relativa zona d’attribuzione possono aprire la loro CIP personale. Affinché tutti i soggetti coinvolti possano beneficiare dei vantaggi offerti dalla CIP, è necessario che questa venga implementata in modo proficuo sia dai pazienti sia dalle istituzioni e dai professionisti della salute.

Panoramica dei vantaggi di una CIP personale

  • I pazienti possono accedere ai propri dati medici in ogni momento
  • Oltre ai professionisti della salute, anche i pazienti possono salvare nella CIP personale documenti importanti (ad es. disposizioni del paziente, valori rilevati autonomamente)
  • È il paziente a decidere chi può consultare la sua CIP personale
  • In caso di emergenza medica è garantito l’accesso a tutti i dati importanti del paziente
  • La CIP aumenta la qualità e la sicurezza delle cure in quanto tutti gli operatori sanitari coinvolti in un trattamento dispongono sempre dei dati aggiornati

Basi legali

La CIP di Post E-Health soddisfa pienamente le disposizioni giuridiche imposte dalla Legge federale sulla cartella informatizzata del paziente (LCIP) entrata in vigore ad aprile 2017. L’approvazione della LCIP è un passaggio fondamentale nella strategia eHealth della Confederazione e dei Cantoni. La LCIP vuole rafforzare la qualità dei trattamenti medici, migliorare i processi e incrementare la sicurezza dei pazienti, per lo sviluppo di una sanità svizzera efficiente.

La CIP è facoltativa per i pazienti. Anche per i medici di famiglia e per altri operatori sanitari ambulatoriali l’adesione è facoltativa. La LCIP obbliga soltanto gli ospedali e le case di cura ad aderire a una comunità, dopo un periodo transitorio, e ad adottare la CIP.

Ulteriori informazioni sono riportate nei seguenti opuscoli di eHealth Suisse:

Domande frequenti e risposte

CIP sta per Cartella Informatizzata del Paziente.

No, per i pazienti la cartella informatizzata del paziente è facoltativa.

La Legge federale sulla cartella informatizzata del paziente (LCIP) prescrive le misure di sicurezza a livello tecnico della CIP. Queste disposizioni corrispondono ai massimi standard in materia di protezione e sicurezza dei dati. Inoltre ogni accesso e ogni azione nella CIP vengono protocollati automaticamente, al fine di garantire ai pazienti il controllo totale e di verificare cosa succede ai propri dati nella CIP.

Sì, i pazienti possono sia consultare i propri dati sia aggiungere informazioni e documenti personali (ad es. allergie, disposizioni del paziente ecc.).

Per l’apertura della sua cartella del paziente è competente la comunità di riferimento. Alla pagina patientendossier.ch/it sarà disponibile, in un secondo momento, un elenco delle comunità di riferimento.

Una comunità è un raggruppamento di professionisti della salute e delle rispettive istituzioni. Sono considerate comunità di riferimento quelle che consentono anche l’apertura della cartella informatizzata del paziente. Inoltre, queste ultime offrono ai pazienti la custodia della dichiarazione di consenso scritta, la gestione dei diritti di accesso e altri servizi.

Una lista delle comunità di riferimento verrà pubblicata su patientendossier.ch/it.

I dati vengono salvati possibilmente dove sono registrati, cioè presso la relativa istituzione o il rispettivo professionista della salute, dando la massima priorità alla loro sicurezza e protezione a norma di legge.

Spetta esclusivamente ai pazienti stabilire quale professionista della salute può consultare i documenti e quali, assegnando o revocando i relativi diritti di accesso. Solo in caso di emergenza e nel rispetto di severi obblighi di legge, un professionista della salute può accedere ai documenti anche senza diritto di accesso per garantire la sicurezza del trattamento del paziente.

Ai sensi della legge, la CIP personale potrà essere aperta più o meno dalla primavera 2020. Gli abitanti del Cantone di Ginevra possono richiedere già oggi l’apertura della cartella informatizzata del paziente.

Nella CIP sono presenti in linea di principio solo i documenti rilevanti per la prosecuzione della terapia come ad es. il referto di un trasferimento o la lista dei farmaci. Nella CIP vengono salvate solo copie, mentre gli originali restano nei sistemi degli operatori sanitari che gestiscono tutta la cartella clinica (ad es. medico di famiglia o ospedale). La CIP consente inoltre il caricamento da parte del paziente di documenti e dati sulla sua salute personale (ad es. allergie, disposizioni del paziente ecc.).

Contatto Post E-Health
Siamo a vostra disposizione!

Scriveteci


Inviate la vostra richiesta direttamente online.

News Post E-Health

Panoramica delle novità e delle informazioni sugli eventi

Su LinkedIn

Notizie e informazioni su LinkedIn

Il nostro indirizzo

Posta CH SA
Unità operativa Digital Health
Wankdorfallee 4
3030 Berna
Svizzera