Il nostro impegno

Celebrazioni di una venerabile cultura vitivinicola

La «Fête des Vignerons» si svolge a Vevey solo una volta ogni vent’anni, e nel 2019 l’appuntamento si ripete. La spettacolare festa rende omaggio alla centenaria cultura vinicola di tutta una regione.

Magalie Terre

(Copyright: Keystone)

La Festa dei vignaioli è organizzata dalla «Confrérie des Vignerons» e si svolge dal 18 luglio all’11 agosto 2019 a Vevey, nel cuore dei vigneti del Lavaux. Spettacoli grandiosi, orchestre e parate ricche di poesia, umorismo e convivialità trasformano Vevey in una festa della tradizione unica al mondo, che riunisce generazioni e persone provenienti da città, villaggi e paesi diversi. La «Fête des Vignerons» fa persino parte del patrimonio culturale immateriale dell’UNESCO.

Una sola festa per generazione

La prima festa dei vignaioli risale al 1797. All’epoca la «Confrérie des Vignerons» decise di rendere onore e premiare i vignaioli migliori con una cerimonia ufficiale. Nella piazza del mercato fu così preparata una tribuna con 2000 posti a sedere. Da ogni dove accorsero numerose persone per assistere all’incoronazione dei vignaioli migliori. Oggi il palco a LED, il più grande del mondo, accoglie 20’000 spettatori e proietta luci e immagini.

Lo spettacolo è una rappresentazione poetica e unisce modernità e tradizione. Gli artisti provenienti da tutto il mondo incantano con musica, canzoni e poesie. Scenografie eccezionali, testi suggestivi e innumerevoli costumi fatti a mano contribuiscono a dare lustro all’evento.

Anche le esibizioni sono altrettanto eccezionali.

«Ci sono spettacoli che diventano veri e propri progetti di vita», racconta Daniele Finzi Pasca, direttore artistico della «Fête des Vignerons 2019». «Danno allo spettatore la possibilità di esplorare nuovi mondi interiori. Sono come un viaggio di ritorno verso casa».

Omaggio alla cultura vinicola

Per rendere omaggio alla tradizionale festa dei vignaioli, la Posta ha creato tre francobolli speciali uniti. Sono stati ideati in linea con il manifesto ufficiale della «Fête des Vignerons» e rappresentano il ciclo della campagna viticola. Al centro risplende il sole, circondato da foglie di vite. Lo storno che si avvicina sembra quasi voler rubare l’uva, ma in realtà annuncia la vendemmia e assume un significato particolare e un ruolo di spicco alla «Fête des Vignerons 2019».

I francobolli speciali da un franco sono disponibili in tutte le filiali e nello shop online. Nella rivista filatelica della Posta «La Lente» potete scoprire tutti i segreti dell’affascinante mondo della filatelia e dei francobolli.

Alla Fête des Vignerons in tutta sicurezza con AutoPostale

In occasione della festa, AutoPostale introdurrà un turno extra per permettere ai numerosi visitatori di arrivare alla festa per tempo e in tutta sicurezza. Durante le tre settimane saranno in servizio in tutto dieci autopostali e 65 tra conducenti e coordinatori degli autobus. I visitatori trasportati in questo periodo con gli autopostali tra il parcheggio presso l’area della festa e l’arena saranno tra gli 8000 e i 15’000. Gli autopostali percorreranno così una tratta di quasi 35’000 chilometri.

scritto da

Magalie Terre

Redattrice