Area contenuti principali

Vai alla panoramica

Approvazione del conto annuale – Peter Hug eletto nel Consiglio di amministrazione

Comunicazione del 26.06.2018

In occasione dell’assemblea generale de La Posta Svizzera SA, la Confederazione, in qualità di proprietaria, ha approvato il conto annuale 2017. Quest’ultima ha inoltre concesso il discarico al Consiglio di amministrazione a eccezione dei fatti relativi all’ottenimento di sussidi da parte delle società AutoPostale. In un’elezione suppletiva, il dr. Peter Hug è stato eletto nel Consiglio di amministrazione e andrà a sostituire Andreas Schläpfer, che lascia il Consiglio di amministrazione per sopraggiunti limiti di età. Il vicepresidente Adriano P. Vassalli e il membro del CdA Susanne Blank hanno reso note le loro dimissioni nel corso dell’odierna assemblea generale.

In occasione dell’assemblea generale de La Posta Svizzera SA, il 26 giugno 2018 i rappresentanti della proprietaria hanno concesso un discarico limitato al Consiglio di amministrazione. Su richiesta del Consiglio di amministrazione, sono esclusi dal discarico i fatti relativi all’ottenimento illecito di sussidi presso AutoPostale. Il presidente del Consiglio di amministrazione Urs Schwaller ha comunicato i risultati dell’indagine indipendente a metà giugno.

Approvazione del conto e della relazione annuale

La Posta ha raggiunto gli obiettivi strategici fissati dal Consiglio federale per il 2017. La proprietaria ha approvato il conto annuale e il conto del gruppo, nonché la relazione annuale della Posta. La Posta ha già effettuato accantonamenti per il rimborso delle indennità percepite indebitamente nel traffico regionale viaggiatori. La Posta rimborserà integralmente e sotto la guida dell’Ufficio federale dei trasporti (UFT) le somme dovute ai soggetti danneggiati. Dagli utili pari a 457 milioni di franchi conseguiti nel 2017, confluirà a sua volta un dividendo di 200 milioni di franchi alla Confederazione. La società di revisione contabile KPMG è stata rieletta come ufficio di revisione per il 2018. Per l’esercizio annuale 2019 seguirà un cambiamento dell’ufficio di revisione, come è stato comunicato dal Consiglio federale l’11 giugno 2018.

Peter Hug succede a Andreas Schläpfer

Ad Andreas Schläpfer, che per raggiunti limiti di età si ritira dal Consiglio di amministrazione della Posta, succede Peter Hug. Andreas Schläpfer è stato membro nel Consiglio di amministrazione dal 2009 ricoprendo la carica di vicepresidente. Ha presieduto la nuova commissione del Consiglio di amministrazione Investment, Mergers & Acquisitions (IMA), creata nel 2010. Durante la sua direzione sono stati realizzati numerosi progetti d’importanza strategica per la Posta. Il Consiglio di amministrazione ringrazia Andreas Schläpfer per il suo prezioso lavoro, con il quale ha contribuito in modo significativo alla riorganizzazione della Posta. Il suo successore, Peter Hug (1958, originario di Stein/AR) è politologo e vanta una pluriennale esperienza internazionale nel settore farmaceutico. Egli è al momento membro del team direttivo globale del comparto farmaceutico della multinazionale Hoffmann-La Roche.

Adriano Vassalli e Susanne Blank si dimettono

In relazione alla pubblicazione dei rapporti sull’indagine relativa ad AutoPostale, Adriano P. Vassalli e Susanne Blank hanno rassegnato le dimissioni in occasione dell’assemblea generale del 26 giugno 2018. Vassalli è stato vicepresidente del Consiglio di amministrazione de La Posta Svizzera SA e presidente della commissione del Consiglio di amministrazione Audit, Risk & Compliance dal 2010. Inoltre, egli è stato membro del Consiglio di amministrazione di PostFinance SA. Susanne Blank è stata per dieci anni membro del Consiglio di amministrazione de La Posta Svizzera SA in qualità di rappresentante del personale; dal 2010 alla metà del 2014 è stata membro della commissione Audit, Risk & Compliance e, successivamente, della commissione Organisation, Nomination & Remuneration. Come ha sostenuto oggi, con questa decisione volontaria Susanne Blank intende evitare false speculazioni e vuole consentire alla Posta l’avvio di una nuova fase. Il presidente del Consiglio di amministrazione Urs Schwaller ha dichiarato: «Ringrazio Adriano Vassalli e Susanne Blank per l’opera prestata nel corso degli anni e l’impegno profuso a favore dell’azienda. Rivolgo a entrambi i miei migliori auguri per il loro futuro».

Nuovi limiti per la retribuzione

Per l’esercizio annuale 2019, l’assemblea generale ha approvato i seguenti tetti alla retribuzione:

  • l’importo complessivo degli onorari del consiglio di Amministrazione (incluso il pres. CdA) non può superare 1,09 milioni di franchi;
  • l’importo complessivo dell’onorario del presidente del Consiglio di amministrazione ammonta al massimo a 255’000 franchi;
  • l’importo complessivo della retribuzione della Direzione del gruppo (inclusa la direttrice / il direttore generale) è limitato a un massimo di 6,10 milioni di franchi.

Tali valori si basano sulle cifre e gli obblighi finora validi. La proprietaria auspica che, in futuro, per quanto concerne la retribuzione dei vertici del gruppo delle aziende legate alla Confederazione, si eserciti una maggiore prudenza. Su richiesta della medesima, il limite massimo deciso per la retribuzione della Direzione del gruppo non dovrebbe essere esaurito già nel 2019.

Informazioni:

Léa Wertheimer, portavoce, 058 341 08 84, presse@posta.ch