Area contenuti principali

Vai alla panoramica

I collaboratori della Posta hanno raggiunto un nuovo record con 25 milioni di pacchi trattati

Comunicazione del 26.12.2018

Dal «Black Friday» del 23 novembre i nastri trasportatori dei centri di smistamento di pacchi e lettere della Posta hanno lavorato a pieno ritmo, mentre tutto il personale disponibile era sul posto di lavoro: in queste settimane 25 milioni di pacchi e più di 400 milioni di invii di lettere sono transitati attraverso gli impianti di spartizione, raggiungendo così un volume di pacchi record, mai raggiunto prima, dopo i valori già impressionanti raggiunti negli anni scorsi. I collaboratori della Posta si sono prestati per impieghi straordinari, smistando invii anche durante i cinque sabati passati e recapitandoli il giorno stesso alle economie domestiche.

Le giornate di punta, nelle quali sono stati trattati oltre un milione di pacchi, sembravano non finire più: dal «Black Friday» del 23 novembre il volume di pacchi si è attestato a un livello pressoché costante di oltre un milione di pacchi smistati al giorno, raggiungendo il culmine nell’ultima settimana prima di Natale 1,4 milioni di pacchi trattati. I nastri trasportatori dei tre centri pacchi di Frauenfeld (TG), Härkingen (SO) e Daillens (VD) sono stati in funzione quasi 24 ore su 24, se si escludono alcune ore dedicate alla manutenzione. Per fare in modo che tutti i pacchi giungessero in tempo sotto l’albero di Natale, i collaboratori della Posta si sono prestati per impieghi straordinari. In pratica, è stato impiegato tutto il personale disponibile. Nelle ultime cinque settimane i collaboratori della Posta dei tre grandi centri pacchi hanno lavorato anche di sabato per poter smistare il gigantesco volume di pacchi in arrivo. Negli ultimi due sabati dell’Avvento gli addetti al recapito hanno consegnato pacchi alle economie domestiche anche al di fuori della normale offerta di prestazioni. Dal 23 novembre nei tre centri pacchi sono transitati complessivamente 25 milioni di pacchi (Mediablog).

Gli addetti e le addette al recapito, da parte loro, nei giorni più frenetici del periodo prenatalizio hanno recapitato fino a 17 milioni di invii (lettere, invii pubblicitari e giornali). Tra gli invii recapitati si sono registrati ogni giorno una media di ben 120’000 invii di merci di piccole dimensioni provenienti dall’estero, di cui 80’000 provenienti dal continente asiatico. Il volume di tali invii è aumentato drasticamente per effetto del commercio online transfrontaliero.

Ampliamento della capacità di spartizione

Per poter gestire picchi di carico di questo tipo in un contesto che vede il commercio online in crescita, la Posta ha ampliato negli anni passati gli impianti di smistamento dei pacchi con investimenti pari a circa 60 milioni di franchi. Inoltre, è impegnata nella costruzione di tre nuovi centri pacchi regionali per oltre 150 milioni di franchi a Cadenazzo (TI), Untervaz (GR) e Vétroz (VS), per poter trattare anche in futuro i volumi attesi con il consueto livello qualitativo.

Condividere regali aderendo all’iniziativa «2 x Natale»

Natale, e lo confermano in modo impressionante i volumi record dei pacchi, è però anche un periodo di eccesso d’offerta, di opulenza e di benessere. Chi desidera condividere qualcosa con gli altri può aderire all’iniziativa di solidarietà «2 x Natale» che ha preso il via il 24 dicembre. Da 22 anni ormai la Croce Rossa Svizzera, la SRG SSR, la Posta e, per il secondo anno, anche la Coop raccolgono ogni anno da Natale fino all’11 gennaio pacchi regalo destinati alle persone bisognose in Svizzera e all’estero. Presso tutte le filiali della Posta è infatti possibile impostare gratuitamente pacchi con donazioni contenenti generi alimentari a lunga scadenza (ad es. riso, olio, caffè o conserve) e prodotti per l’igiene e la cura della persona (ad es. sapone, dentifricio o cotone). Alla pagina www.posta.ch/2xnatale i donatori possono avvalersi del servizio pick@home per richiedere la presa in consegna gratuita dei loro pacchi presso il loro domicilio o anche un altro indirizzo. Quest’anno le donazioni in natura verranno devolute alle persone bisognose in Svizzera.

È anche possibile donare pacchi online in internet alla pagina www.2xnatale.ch. La Croce Rossa provvederà ad acquistare in loco nell’Europa dell’Est e in Asia Centrale i beni di prima necessità e a distribuirli alle persone che vivono in povertà in queste regioni caratterizzate da un clima invernale molto rigido.

Informazioni:

Oliver Flüeler, Servizio stampa Posta, 079 322 74 41, presse@posta.ch