Area contenuti principali

Vai alla panoramica

La Posta recapita lettere e pacchi con estrema affidabilità

Comunicazione del 02.03.2018

Ancora una volta la Posta soddisfa pienamente le disposizioni della legislazione postale: i destinatari della posta-lettere hanno infatti ricevuto il 98% dei propri invii della Posta A e il 99% di quelli della Posta B nei tempi stabiliti. Per quanto riguarda la posta-pacchi, il 96% degli invii PostPac Priority e quasi il 98% dei PostPac Economy sono stati recapitati puntualmente.

Nel 2017 la Posta ha trattato e recapitato circa 130 milioni di invii, oltre il 6% in più rispetto al 2016. La qualità del recapito è rimasta comunque ad alti livelli: il 96% dei pacchi PostPac Priority e il 97,5% dei pacchi PostPac Economy hanno raggiunto il destinatario nei tempi prestabiliti. La causa di tale aumento dei volumi è da ricercarsi nel commercio online.

La Posta ha riconosciuto precocemente questa tendenza all’aumento del volume di pacchi, approntando misure che le hanno consentito, e le consentiranno anche in futuro, di recapitare gli invii con altrettanta puntualità: oltre alla costante ottimizzazione delle procedure di lavorazione interne, la Posta ha infatti in programma di costruire entro il 2020 tre nuovi centri pacchi regionali a Cadenazzo (TI), Untervaz (GR) e Vétroz (VS).

Recapiti puntuali in un contesto di volume delle lettere in calo

Lo scorso anno la Posta ha trattato oltre due miliardi di lettere indirizzate, il 4,2% in meno rispetto al 2016. Il calo dei volumi si è nuovamente rafforzato rispetto all’anno precedente (–3,8%) e alla media del lungo periodo (1-2%). La Posta recapita gli invii anche in questo settore con estrema affidabilità e puntualità. I valori raggiunti si attestano infatti, come già negli anni precedenti, su alti livelli: per quanto riguarda la Posta A, nel 2017 sono stati recapitati puntualmente il 97,6% degli invii, mentre per la Posta B è stata raggiunta quota 99%.

Meglio di quanto previsto per legge

L’affidabilità nelle consegne di lettere e pacchi è addirittura superiore ai valori previsti dall’Ordinanza sulle poste, che prevede che la Posta debba recapitare nei tempi stabiliti il 97% delle lettere e il 95% dei pacchi inviati in Svizzera. Dando uno sguardo all’estero si osserva che le disposizioni svizzere sono le più severe nel contesto europeo. Conseguendo ottimi risultati, la Posta si colloca da anni nelle prime posizioni a livello internazionale sotto il profilo della puntualità del recapito.

Obiettivi raggiunti nonostante il contesto difficile

Nonostante un contesto in forte cambiamento e caratterizzato da grande dinamicità, è stata raggiunta un’elevata puntualità nel recapito degli invii postali. All’ulteriore calo del volume delle lettere si è contrapposto lo scorso anno un aumento del volume di pacchi superiore alla media. Si può inoltre osservare un cambiamento delle esigenze della clientela, strettamente legato al commercio online: le clienti e i clienti vogliono infatti ordinare la merce oggi per riceverla domani. Come risultato di questa tendenza, i pacchi Priority hanno già raggiunto più della metà del totale dei pacchi Svizzera.

Misurazioni scientifiche indipendenti

Per le misurazioni dei tempi di consegna delle lettere nazionali, vengono spediti ogni anno circa 90’000 invii test. I rilevamenti sono effettuati dall’istituto indipendente per le indagini di mercato GfK Switzerland AG sulla base delle norme europee. I tempi di consegna dei pacchi vengono misurati in base a una procedura a campione scientificamente riconosciuta, che comprende circa 2400 invii test. I rilevamenti sono inoltre monitorati dall’azienda indipendente Consult AG.

Tempi di consegna 2007-2017

Anno Lettere della posta A Lettera della posta B PostPac Priority PostPac Economy
2017 97,6% 99,0% 96,0% 97,5%
2016 98,0% 98,9% 98,1% 97,2%
2015 97,8% 98,9% 97,5% 97,5%
2014 97,7% 99,0% 97,4% 97,5%
2013 97,6% 98,8% 97,3% 97,7%
2012 97,9% 98,8% 97,7% 97,9%
2011 97,5% 99,3% 97,4% 97,7%
2010 97,2% 98,5% 97,7% 97,5%
2009 97,7% 98,4% 97,8% 98,1%
2008 95,9% 95,9% 98,0% 98,7%
2007 97,1% 96,7% 97,6% 97,5%

Informazioni:
François Furer, portavoce, 058 341 19 47, presse@posta.ch