Area contenuti principali

Vai alla panoramica

La Posta si concentra sulla sanità elettronica in rete

Comunicazione del 25.09.2018

Nell’ambito della sanità elettronica, la Posta si concentrerà in futuro sulla propria piattaforma E-Health con la cartella del paziente e sullo scambio di informazioni tra i diversi soggetti operanti nel settore sanitario quali ospedali, cliniche, studi medici e laboratori. Rinuncerà di conseguenza alle attività «Registro medico» e «Sondaggi sulla salute». Da tali cambiamenti sono interessati 17 collaboratori.

In futuro, l’unità «Sviluppo e innovazione» della Posta concentrerà la propria attività nel settore della sanità elettronica sullo scambio di informazioni tra i diversi soggetti operanti nel settore sanitario e sulla propria piattaforma E-Health. Questa piattaforma digitale comprende tra le altre cose la cartella informatizzata del paziente (CIP) e consente una collaborazione efficiente e uno scambio di informazioni sicuro e tracciabile tra ospedali, cliniche, studi medici e laboratori. La Posta intende ampliare la piattaforma E-Health introducendo nuove prestazioni, come ad esempio la trasmissione elettronica di immagini o referti. In questo modo i cittadini possono accedere più facilmente ai dati relativi alla loro salute. Con il trasferimento semplice e sicuro di informazioni confidenziali, la Posta sostiene il settore sanitario anche nel mondo digitale, proprio come fa già nel mondo fisico. 

Con la decisione di incentrare la propria offerta in materia di e-health sulle prestazioni in rete, la Posta rinuncia a portare avanti le attività nell’ambito dei registri medici e sondaggi sulla salute e quindi ai relativi ingenti investimenti che erano in programma. La Posta aveva rilevato questi settori di attività nel 2015 con l’acquisto della ditta Health Care Research Institute AG (HCRI), che nel 2016 è poi stata integrata nell’unità Sviluppo e innovazione. 

Da questi cambiamenti sono interessati 17 collaboratori nei settori dell’informatica, della misurazione della qualità e dell’amministrazione. La Posta esamina al momento la possibilità di impiegare i collaboratori in altri settori tecnici.

Informazioni:
Oliver Flüeler, Servizio stampa Posta, 058 341 21 95, presse@posta.ch