Area contenuti principali

Vai alla panoramica

PostFinance e AutoPostale influenzano il risultato semestrale della Posta

Comunicazione del 27.09.2018

La Posta registra buoni risultati in molti settori. Rispetto all’anno precedente, l’utile del gruppo scende tuttavia da 385 a 218 milioni di franchi. Il risultato semestrale risente fortemente della difficile situazione che continua a caratterizzare PostFinance, a causa dei bassi tassi d’interesse e del divieto, ancora in vigore, di concedere crediti e ipoteche. Ad aggravare ulteriormente la situazione rispetto all’anno scorso si aggiunge la mancanza di effetti positivi straordinari derivanti dalla vendita di azioni. Infine, anche i rimborsi dei sussidi percepiti indebitamente da AutoPostale pesano sull’attuale risultato semestrale della Posta – precisamente, nella misura di 26 milioni di franchi. Questi diversi fattori negativi sono all’origine del calo di utile registrato nel primo semestre del 2018.

Il risultato d’esercizio (EBIT) ha registrato una flessione rispetto al primo semestre del 2017 ed è passato da 538 a 281 milioni di franchi. Anche l’utile ha segnato un brusco calo (167 milioni), scendendo a 218 milioni di franchi. I fattori che determinano questi risultati non sono tuttavia una sorpresa per la Posta: «Nell’attuale situazione dei mercati, con interessi bassi, se non negativi, i ricavi di PostFinance nelle operazioni su interessi si assottigliano drasticamente. E il divieto di concedere crediti impedisce all’azienda di stabilizzare il suo margine d’interesse. Ciò determina un netto calo dell’utile, che si ripercuote anche sul risultato del gruppo», spiega Alex Glanzmann, responsabile Finanze e membro della Direzione del gruppo. La Posta accoglie quindi con soddisfazione la decisione di principio del Consiglio federale di abolire il divieto di concedere crediti e ipoteche che grava attualmente su PostFinance.

Anche i fatti che riguardano AutoPostale per i sussidi percepiti indebitamente lasciano strascichi sul risultato semestrale della Posta. La somma complessiva che la Posta rimborserà a Confederazione, Cantoni e Comuni ammonta a circa 205 milioni di franchi; 26 milioni dei quali gravano sul risultato semestrale 2018 della Posta. In tale cifra sono contenute le indennità percepite in eccesso per il semestre 2018, alle quali si aggiunge l’accantonamento per il rimborso volontario per gli anni dal 2004 al 2006.  Il restante importo è stato computato a carico degli anni 2016 e 2017, in base alle relative disposizioni tratte dagli standard di presentazione dei conti IFRS.

Contributi delle unità operative

Nonostante il calo dei volumi delle lettere, PostMail migliora il risultato d’esercizio di 13 milioni di franchi salendo a quota 199 milioni e fornisce ancora una volta un contributo essenziale al risultato d’esercizio del gruppo. Al termine del primo semestre, le lettere indirizzate hanno subito un calo rispetto al valore dell’anno precedente del 5,5%. Il risultato positivo è riconducibile all’aumento delle operazioni internazionali e alla riuscita attuazione di misure di incremento dell’efficienza.

Swiss Post Solutions ha attuato con successo gli obiettivi strategici fissati per il primo semestre 2018 e ha conseguito un risultato d’esercizio di 14 milioni di franchi. I ricavi d’esercizio hanno evidenziato un aumento del 5,5%, raggiungendo i 286 milioni di franchi. I fattori chiave di questo sviluppo costantemente positivo sono, oltre all’interessante offerta di servizi, il grande impegno del personale, un’elevata fidelizzazione della clientela e una crescita non organica a complemento del portafoglio di prestazioni.

Nell’unità operativa RetePostale si osservano gli effetti favorevoli dello sviluppo della rete e delle misure di incremento dell’efficienza. RetePostale ha migliorato nettamente il risultato d’esercizio rispetto all’anno precedente. Nel primo semestre dell’anno il contributo al risultato è cresciuto di 28 milioni di franchi attestandosi a −60 milioni. Le operazioni allo sportello continuano a segnare una contrazione e in particolare il numero di pagamenti è sceso di un ulteriore 5,8%. Grazie ai numerosi colloqui con Cantoni, Comuni e cittadini e l’incremento costante dei punti di accesso, la Posta si avvicina ancora di più ai propri clienti. 

In un mercato molto competitivo, PostLogistics ha conseguito un risultato d’esercizio pari a 73 milioni di franchi, 15 milioni in più rispetto al valore dell’anno precedente. Il volume di pacchi trasportati è aumentato del 7,1% ed è pertanto il fattore trainante della crescita.

Risultato di PostFinance in netto calo

Nel primo semestre 2018 PostFinance ha conseguito un risultato d’esercizio pari a 145 milioni di franchi, ossia 247 milioni in meno rispetto al primo semestre dell’anno precedente. Questa flessione è imputabile principalmente ai ricavi sensibilmente inferiori delle operazioni sul differenziale degli interessi – nel reddito da interessi figurano infatti 82 milioni di franchi in meno in questo primo semestre – e alla mancanza di un effetto straordinario positivo registrato invece l’anno precedente. Alla luce del persistere dei bassi tassi d’interesse sui mercati monetari e dei capitali, questo sviluppo negativo è in linea con le aspettative ed è destinato a proseguire. Per contrastare la flessione del risultato, PostFinance ha avviato diverse misure con l’obiettivo di accedere a nuove fonti di introiti, aumentare l’efficienza e ridurre i costi.

Flessione del risultato di AutoPostale

Nel mercato dei trasporti di persone, AutoPostale ha conseguito un risultato d’esercizio di −29 milioni di franchi. Questo risultato negativo è imputabile da un lato agli effetti straordinari dovuti all’importo dei rimborsi delle indennità percepite in eccesso e, dall’altro, alle rettifiche di valore contabilizzate in relazione al nuovo orientamento strategico, il tutto a seguito degli eventi che hanno interessato AutoPostale e alle conseguenti misure. L’aumento registrato a livello dei ricavi d’esercizio è riconducibile in primo luogo all’ampliamento dell’offerta e all’incremento delle entrate derivanti dai passeggeri. 

Il processo di trasformazione prosegue

La Posta deve fare i conti con numerose sfide operative. Il crollo degli utili presso PostFinance pesa in modo particolare e nelle attuali condizioni quadro le misure avviate sono difficilmente attuabili. Ma la Posta è avvezza alle sfide difficili, come sta dimostrando con la trasformazione della rete postale. Anche in futuro saranno necessari miglioramenti in tutti i settori della Posta. È l’unico modo per ottenere risultati stabili e far sì che la Posta possa continuare ad assicurare il servizio pubblico e a finanziare gli investimenti con i propri mezzi.

Blog media:
Videomessaggio di Alex Glanzmann, responsabile Finanze e membro della Direzione del gruppo 

Informazioni:
François Furer, portavoce, 058 341 19 47, presse@posta.ch

Cifre del gruppo

Unità Anno 2017 1o semestre 2017 1o semestre 2018
Ricavi d’esercizio mln di CHF 8’006 [1] [2] 4’080 [2] 3’866
Risultato d’esercizio (EBIT) [3] mln di CHF 660 [1] [2] 538 [2] 281
in % dei ricavi d’esercizio (reddito EBIT) % 8,2 13,2 7,3
Utile del gruppo mln di CHF 480 [1] [2] 385 [2] 218
Totale di bilancio mln di CHF 127’421 [2] 127’282 [2] 132’418
Capitale proprio mln di CHF 6’569 [2] 6’237 [2] 6’862
Flusso di denaro derivante dalle attività d’investimento mln di CHF -547 -203 -179
Organico del gruppo UP [4] 42’316 42’524 41’555
1 Valori anno precedente normalizzati
2 Valori rettificati (cfr. allegato nella versione PDF, Adeguamento dell’allestimento dei conti)
3 Il risultato d’esercizio si intende al lordo del risultato finanziario non operativo e delle imposte (EBIT)
4 UP = unità di personale; organico medio convertito in impieghi a tempo pieno, senza personale in formazione

Cifre di PostFinance SA

Unità Anno 2017 30 giugno 2017 30 giugno 2018
Numero di clienti migliaia 2’890 2’934 2’876
Numero di conti clienti migliaia 4’809 4’814 4’797
Patrimonio dei clienti mln di CHF 119’797 117’684 122’430
Patrimonio dei clienti in soluzioni dei partner mln di CHF 9’968 9’065 10’167
Ipoteche[1] mln di CHF 5’650 5’504 5’750
Andamento dei depositi dei clienti (in mln di CHF) mln di CHF -611 -2’215 2’476
Organico UP[2] 3’474 3’508 3’377
1 In collaborazione con banche partner
2 UP = unità di personale, organico medio convertito in impieghi a tempo pieno organico casa madre PostFinance

Cifre principali dei segmenti

30 giugno 2018 Ricavi d’esercizio
(mln di CHF)
Risultato d’esercizio
(mln di CHF)[1]
Mercato della comunicazione PostMail 1’381 199
Mercato della comunicazione Swiss Post Solutions 286 14
Mercato della comunicazione RetePostale 515 -60
Mercato logistico PostLogistics 820 73
Mercato dei servizi finanziari PostFinance 881 145
Mercato dei trasporti di persone AutoPostale 473 -29
30 giugno 2017 Ricavi d’esercizio
(mln di CHF)
Risultato d’esercizio
(mln di CHF)[1]
Mercato della comunicazione PostMail 1’429 186
Mercato della comunicazione Swiss Post Solutions 271 15
Mercato della comunicazione RetePostale 538 -88
Mercato logistico PostLogistics 791 58
Mercato dei servizi finanziari PostFinance 1’106 392
Mercato dei trasporti di persone AutoPostale 455 [2] 11 [2]
1 Il risultato d’esercizio si intende al lordo del risultato finanziario non operativo e delle imposte (EBIT).
2 Valori rettificati (cfr. allegato nella versione PDF, Adeguamento dell’allestimento dei conti)