Comunicati stampa, Comunicati stampa Posta Immobili Management e Servizi SA, Comunicati stampa Mobility Solutions SA

Posta ai livelli dello scorso anno

Nei primi dodici mesi seguiti alla trasformazione in società anonima, la Posta è tornata ai livelli dell’anno precedente. Il risultato d’esercizio rettificato (EBIT) è passato a 769 milioni di franchi (anno precedente: 682 milioni di franchi). L’aumento di 87 milioni di franchi è stato conseguito grazie ai solidi ricavi sui mercati finanziari e degli investimenti e a una buona gestione dei costi. Nei primi nove mesi del 2013 la Posta ha conseguito un utile del gruppo, depurato dagli effetti straordinari, pari a 517 milioni di franchi (anno precedente: 645 milioni di franchi). La flessione degli utili è da ricondursi anche alla prima tassazione integrale dell’azienda. La Posta ha ottenuto buoni risultati su tutti e quattro i mercati.

Il risultato d’esercizio (EBIT) pari a 769 milioni di franchi ha superato di 87 milioni quello dell’anno precedente grazie ai solidi ricavi sui mercati finanziari e degli investimenti e ai costi d’esercizio ridotti. Nei primi nove mesi del 2013 la Posta ha conseguito un utile del gruppo normalizzato pari a 517 milioni di franchi, con un calo di 128 milioni di franchi rispetto all’anno scorso. La flessione è riconducibile alla prima tassazione integrale dell’azienda.

Risultati positivi su tutti e quattro i mercati

Tutti e quattro i mercati hanno contribuito alla realizzazione di un risultato complessivo positivo. Sul mercato della comunicazione la Posta ha fatto registrare un aumento del risultato d’esercizio (EBIT), che ha raggiunto i 178 milioni di franchi (anno precedente: 39 milioni di franchi). Il calo dei ricavi, imputabile principalmente allo scorporo degli invii internazionali affidati alla joint venture Asendia, è stato compensato da maggiori indennizzi per prestazioni interne e da una buona gestione dei costi. La quantità delle lettere indirizzate è diminuita del 2,3%. È invece leggermente aumentato il numero degli invii non indirizzati (+0,8%).

Sul mercato della logistica la Posta ha conseguito un risultato d’esercizio (EBIT) di 94 milioni di franchi (anno precedente: 99 milioni di franchi). Questo risultato in leggero calo è dovuto ai maggiori indennizzi per prestazioni interne. I volumi dei pacchi hanno avuto un andamento positivo rispetto all’anno precedente, tanto a livello nazionale (+3,7%) quanto nell’importazione ed esportazione (+7,6%).

Sul mercato dei trasporti pubblici di persone AutoPostale Svizzera SA ha chiuso con un risultato d’esercizio (EBIT) pari a 27 milioni di franchi (anno precedente: 32 milioni di franchi). Il calo è dovuto alla maggiore pressione sui prezzi esercitata dai committenti. Il mercato dei trasporti pubblici di persone è in costante crescita. AutoPostale Svizzera SA è riuscita ad aumentare del 2,9% il proprio chilometraggio, totalizzando 98 milioni di chilometri percorsi.

Attiva sul mercato finanziario retail, PostFinance SA ha contribuito al risultato d’esercizio del gruppo con 443 milioni di franchi (anno precedente: 494 milioni di franchi). La flessione rispetto all’anno precedente è riconducibile in particolare ai maggiori indennizzi per prestazioni interne e al peggiore risultato delle operazioni sugli interessi. Resta costante la pressione sui margini di interesse. PostFinance è riuscita invece a rivedere precedenti rettifiche di valore, incrementando di 46 milioni di franchi il risultato. L’afflusso di nuovi capitali provenienti dai clienti privati, dalle PMI e da altri grandi clienti ha compensato i deflussi relativi alle banche e alle assicurazioni, conseguenti agli adeguamenti normativi associati allo stato di banca di PostFinance SA e alla sua condizione di controparte. Il patrimonio dei clienti ha fatto registrare un leggero incremento, oltrepassando i 112 miliardi di franchi. Dall’inizio dell’anno sono stati 36’000 i nuovi i clienti che hanno riposto la propria fiducia in PostFinance, portando la totalità del dato a 2,96 milioni di unità.

Gli effetti straordinari influenzano il risultato

Il risultato finanziario de La Posta Svizzera è caratterizzato nell’anno 2013 da tre effetti straordinari:

  • il risultato dovuto alla contabilizzazione iniziale unica delle imposte latenti risultante dall’assoggettamento fiscale integrale di 943 milioni di franchi dal 1° gennaio 2013
  • il risultato derivante dalla modifica dei piani relativi ai costi per il personale pari a 444 milioni di franchi, dovuto agli adattamenti intervenuti presso la Cassa Pensioni Posta
  • la costituzione di un accantonamento di 105 milioni di franchi, che influisce negativamente sul risultato, per via della rettifica di valore degli obblighi della Posta verso il pubblico nell’ambito della vendita di francobolli

Le ripercussioni finanziarie di questi effetti straordinari sono state rettificate (normalizzate) ai fini della comparabilità con l’anno precedente e della rappresentazione dell’attività operativa. Gli effetti straordinari non hanno conseguenze sulla liquidità né avranno alcuna ripercussione sugli utili distribuibili.

Atteso un buon risultato annuale

La Posta Svizzera prevede un solido risultato per tutto il gruppo per l’intero 2013, anche se inferiore a quello dell’anno precedente.

Cifre del gruppo

Cifre Unità 3o trimestre 2013 3o trimestre 2012[1] Anno 2012[1]
Ricavi d’esercizio mln di CHF 6‘152 6‘339 8‘576
Ricavi d’esercizio normalizzati[3] mln di CHF 6‘257 6‘339 8‘576
Risultato d’esercizio[2] mln di CHF 1‘108 682 860
Risultato d’esercizio normalizzato[2],[3] mln di CHF 769 682 860
in % dei ricavi d’esercizio[3] % 12.3 10.8 10.0
Utile del gruppo normalizzato[3] mln di CHF 517 645 772
Utile del gruppo mln di CHF 1‘799 645 772
Totale di bilancio mln di CHF 118‘184 115‘340 120‘069
Capitale proprio mln di CHF 4‘967 3‘435 3‘145
Investimenti[4] mln di CHF 290 290 443
Organico del gruppo Posta UP[5] 43‘862 44‘763 44‘605

1  Valori dell’anno precedente adattati (IAS 19 rivisto)
2  Il risultato d’esercizio si intende al lordo del risultato finanziario non operativo e delle imposte (EBIT).
3  Depurato dagli effetti straordinari
4  Investimenti in immobilizzazioni materiali, partecipazioni e immobilizzazioni immateriali.
5  UP = unità di personale; organico medio convertito in impieghi a tempo pieno, senza personale in formazione.

Cifre di PostFinance

Cifre Unità[1] 3o trimestre 2013 3o trimestre 2012 Anno 2012
Numero clienti migliaia 2‘958 2‘911 2‘922
Numero conti clienti, incl. pilastro 3a migliaia 4‘626 4‘537 4‘549
Patrimonio clienti[2] mln di CHF 112‘064 102‘869 103‘850
Fondi e titoli mln di CHF[2] 5‘202 4‘432 4‘524
Ipoteche[3] mln di CHF[4] 4‘355 4‘056 4‘167
Prestiti a clienti commerciali mln di CHF 7‘116 6‘727 6'514
Utenti e-finance migliaia 1‘528 1‘451 1‘463
Organico UP[5] 3‘436 3‘474 3'479
Transazioni elaborate mln, cumulati 704 679 932

1  Al giorno di riferimento (salvo diversamente indicato)
2  Media cumulativa
3  PostFinance non concede ipoteche autonomamente, ma in collaborazione con banche partner.
4  Nuovo calcolo dal 1° gennaio 2013
5  UP = unità di personale Organico medio convertito in impieghi a tempo pieno

Cifre principali dei segmenti (unità del gruppo)

30 settembre 2013 unità del gruppo Ricavi d’esercizio normalizzati (mln di CHF)[1],[3] Risultato d’esercizio normalizzato (mln di CHF)[2],[3]
Mercato della comunicazione 3‘496 178
Mercato della comunicazione PostMail 2‘158 248
Mercato della comunicazione Swiss Post Solutions 426 0
Mercato della comunicazione Rete postale e vendita 1‘192 -70
Mercato logistico PostLogistics 1‘152 94
Mercato finanziario retail PostFinance[4] 1‘780 443
Mercato dei trasporti pubblici di persone AutoPostale[5] 602 27
Altri[6] 668 27
30 settembre 2012 unità del gruppo Ricavi d’esercizio (mln di CHF)[1] Risultato d’esercizio (mln di CHF)[2],[3]
Mercato della comunicazione 3‘491 39
Mercato della comunicazione PostMail 2‘298 263
Mercato della comunicazione Swiss Post Solutions 407 1
Mercato della comunicazione Rete postale e vendita 1‘066 -225
Mercato della logistica PostLogistics 1‘119 99
Mercato finanziario retail PostFinance 1‘788 494
Mercato dei trasporti pubblici di persone AutoPostale[5] 575 32
Altri[6] 697 18

1  Valori dell’anno precedente adattati (IAS 19 rivisto)
2  Il risultato d’esercizio si intende al lordo del risultato finanziario non operativo e delle imposte (EBIT).
3  Normalizzato dagli effetti straordinari
4  PostFinance è subordinata all’Autorità di vigilanza sui mercati finanziari (FINMA) e quindi alle direttive contabili DAC. Tra DAC e IFRS vi sono delle divergenze.
5  Nell’ambito dei trasporti pubblici regionali, AutoPostale è sottoposta all’Ordinanza del DATEC sulla contabilità delle imprese concessionarie (OCIC). Tra OCIC e IFRS vi sono delle divergenze.
6  Include unità servizi (Immobili, Tecnologia dell’informazione, Acquisti gruppo e Servizio linguistico) e di gestione (fra cui Personale, Finanze e Comunicazione).