Area contenuti principali

Vai alla panoramica

La Posta testa il «Post Home Button»

Comunicazione del 01.06.2018

La Posta testa una nuova procedura di ordinazione dei propri servizi sulla porta di casa: circa 1000 economie domestiche possono da subito richiedere prodotti e servizi della Posta in modo semplice e veloce tramite il «Post Home Button». Basta premere un pulsante per consegnare il giorno dopo a un’addetta o a un addetto al recapito lettere o pacchi sulla porta di casa. La fase sperimentale si estenderà fino a fine agosto 2018 e si svolgerà nelle regioni di Olten, Liestal e Sissach. In primo luogo si tratterà di chiarire aspetti riguardanti la tecnica, la realizzazione e le esigenze della clientela.

Il «Post Home Button» è un piccolo dispositivo dotato di un pulsante che, tramite una rete wireless di radiocomunicazione, invia un segnale alla Posta. Il suo utilizzo è molto semplice: per segnalare la richiesta di un servizio postale o per attivare un’ordinazione, basta premere un pulsante. Tramite il pulsante presente sul «Post Home Button» e le cedole di ordinazione ad esso collegate, è possibile richiedere una serie di prodotti e servizi predefiniti quali ad esempio, la presa in consegna degli invii o la consegna di francobolli della Posta A e B.

Esigenze dei clienti e svariate possibilità di applicazione al centro dei test

La fase sperimentale del «Post Home Button» si svolge tra inizio giugno e fine agosto 2018 nelle regioni di Olten, Liestal e Sissach. Al test parteciperanno circa 1000 economie domestiche. Come parte di questa sperimentazione, anche Migros Aare, Qualipet e Domino’s Pizza testeranno, sulla base del «Post Home Button», l’applicazione di questa tecnologia che consente di ordinare i prodotti in tutta semplicità. Oltre a questa soluzione, la Posta sta valutando anche il riscontro della procedura di ordinazione tramite app per dispositivi mobili. Grazie a questo progetto pilota, la Posta auspica di poter acquisire non solo informazioni in merito alle esigenze della clientela, ma anche per quanto riguarda la realizzazione e l’affidabilità tecnica. Al termine della fase sperimentale, prevista per fine agosto 2018, e delle conseguenti valutazioni dei risultati forniti dal test, la Posta deciderà se e in quale modalità utilizzare il «Post Home Button».

Nuove possibilità grazie all’internet delle cose

Con il «Post Home Button» la Posta testa una nuova soluzione innovativa basata sulla Low Power Network (LPN) che la Posta, Swisscom e le FFS intendono realizzare a livello nazionale (cfr. comunicato stampa del 22 marzo 2017). La LPN è un requisito necessario per poter realizzare l’internet delle cose che, mettendo in rete gli oggetti, offre innumerevoli possibilità per nuovi servizi. Oltre al «Post Home Button», la Posta sta lavorando per esempio a un sistema dotato di sensori per monitorare la temperatura dei pacchi.

La Posta introduce il «Post Home Button» con l’etichetta early, con la quale può testare prodotti e servizi in uno stadio precoce in collaborazione con clienti interessati e svilupparli ulteriormente in base alle esigenze della clientela.

Informazioni:
Servizio stampa Posta, Jacqueline Bühlmann, 058 341 37 80, presse@posta.ch