Motore verde, cuore giallo: ci impegniamo per uno sviluppo sostenibile

Sezione Rich Content

Filmato sul clima

Sezione Rich Content

Garantire un futuro sostenibile per le generazioni future è un intento fondamentale per la Posta. Dal 2025 trasporteremo a impatto climatico zero lettere e pacchi nei centri urbani. E l’obiettivo è raggiungere la completa neutralità climatica in azienda a partire dal 2030. Per riuscirci occorre passare a motori alternativi, utilizzare elettricità derivante al 100% da fonti rinnovabili svizzere e sostituire i sistemi di riscaldamento a combustibili fossili. Dal 2040 anche la nostra intera catena del valore e l’intera azienda dovrà essere a impatto climatico zero.

Per questo motivo a partire dal 2030 neutralizzeremo le emissioni residue nel proprio esercizio che non possono essere evitate. Ciò significa che oltre alle nostre attività di riduzione di CO2 sottrarremo attivamente CO2 dall’atmosfera ricorrendo a pozzi di carbonio naturali e tecnici attraverso il rimboschimento, lo stoccaggio nel sottosuolo o la rimozione dall’atmosfera.”

Illustrazione: Il nostro contributo alla riduzione del riscaldimento globale a 1.5 °C  2021: 100% di corrente da fonti rinnovabili. Passaggio a motori alternativi. Eliminazione del riscaldamento a combustibili fossili. 2021-2030: Riduzione del 38% delle emissioni di C02 propria azienda dal 2021 al 2030. Riduzione del 22,5% delle emissioni di C02 nella catena del valore dal 2021 al 2030.  2030: Posta a impatto climatico zero in propria azienda. Neutralizzazione delle emissioni residue in azienda dal 2030 e neutralità totale dal 2040 mediante rimozione attiva della C02 dall’atmosfera.  2040: Posta netta zero  Netta zero: riduzione di almeno 90% delle emissioni totali, incl. La catena del valore (scope da 1-3).

Cosa si intende con l’obiettivo «impatto climatico zero»?

Tutte le emissioni di gas serra, che nonostante le pratiche adottate non possono essere evitate dalla Posta nell’intera catena di creazione del valore, vengono successivamente rimosse dall’atmosfera con misure di riduzione mirate in modo che il bilancio climatico netto sia pari a zero.

Un bilancio climatico globale netto pari a zero è auspicabile per stabilizzare la temperatura globale. La procedura quadro SBTiTarget not accessible, fondata su basi scientifiche e impiegata su scala internazionale, definisce le azioni che un’azienda deve intraprendere per avere un bilancio di emissioni nette pari a zeroTarget not accessible. È in linea con l’obiettivo climatico delle Nazioni Unite di limitare il riscaldamento globale a massimo 1,5 °C.

Impatto climatico zero ed emissioni nette pari a zero: che differenza c’è?

Impatto climatico zero nel proprio esercizio significa che la Posta riduce, conformemente alle disposizioni della Science Based Targets initiative, le sue emissioni del 38% entro il 2030 (anno di base 2021) e neutralizza le emissioni restanti.

Emissioni nette pari a zero significa che la Posta riduce le sue emissioni nell’intera catena di creazione del valore del 90% entro il 2040 (anno di base 2021) e neutralizza le emissioni restanti.

Maggiori informazioni sul tema: intervista a Christian Plüss (PDF, 2.2 MB), responsabile Servizi di mobilità e membro della Direzione del gruppo

Sezione Rich Content