La Posta è un’azienda di monopolio statale
È vero? No!

Sezione Rich Content

La Posta opera nel libero mercato
In concorrenza con diversi altri operatori

Le PTT in quanto azienda statale appartengono al passato: nel 1998 questa unità amministrativa della Confederazione è stata sciolta. Successivamente è nata la Posta, un ente autonomo di diritto pubblico, che nel 2013 è diventata società anonima. Proprietaria della Posta è al 100% la Confederazione.

Monopolio residuo per le lettere fino a 50 grammi

Il monopolio della Posta sul recapito di lettere e pacchi sino a cinque chilogrammi è stato gradualmente abolito. Dal 2009 la Posta dispone ancora di un monopolio residuo sulle lettere per la Svizzera fino a 50 grammi. Tutti gli altri servizi vengono erogati in concorrenza con altri operatori del mercato.

Fatturato dell’86% in un regime di libero mercato

La Posta consegue circa l’86% del suo fatturato in un regime di libero mercato, in concorrenza con altri operatori del settore. Inoltre adempie il suo mandato di servizio universale, sancito per legge. Per l’erogazione di prestazioni nel libero mercato, la Posta è soggetta alle stesse regole a cui devono attenersi gli operatori privati.

Per saperne di più
#YellowMyths

 
Eyecatcher titolo Verificate i fatti

Altre opinioni diffuse sulla Posta
Fatto o semplice cliché?

La Posta riduce continuamente la gamma di prestazioni offerte.

È così?

La Posta si occupa solo di recapitare lettere e pacchi.

È così?

La Posta si finanzia con le tasse.

È così?

La Posta trascura il suo core business.

È così?